Programmare un’intervento con wordpress

Quello che stò per scrivere è un piccolo aiuto sui blog wordpress, dando per scontato che già sapete utilizzare bene le varie funzioni 🙂

 

Al contrario dei blog Live Microsoft, con word press possiamo programmare la pubblicazione di un’intervento. Come? Semplice.
Dopo aver scritto l’intervento decidiamo di programmare la sua pubblicazione che ne so Domenica  5 Dicembre 2010 alle 11.00 di mattina
Vediamo al lato dell’intervento queste impostazioni:
Prendiamo in considerazione la voce “Pubblica” e facciamo click su “Modifica”, inseriamo la data e l’ora di pubblicazione, infine clicchiamo su “Ok”
vedremo più in basso un nuovo tasto chiamato “Programmato”, non ci resta che cliccarci su e abbiamo programmato il nostro post

In alto alla bozza dell’intervento vedrete una scritta come questa:
“Post scheduled for: 5 dicembre 2010 @ 11:00”
Spero di essere stato chiaro e che quest’intervento possa tornare utile a qualcuno 🙂

Buona giornata

Emilio

Se volete commentate anche: Pillole sull’autore Chi è Scrat?

Dal waka waka al loca loca

Ultimamente mi sono avvicinato alla lingua spagnola e stò ascoltando spesso la musica di Shakira, una delle cantanti più popolari e più seguite al mondo.
Questa cantante riesce a creare dei veri e propri tormentoni, ultimo il Loca loca, e non dimentichiamoci che prima però c’è stato il Waka waka.
A parte alcune canzoni che non sono molto orecchiabili, le altre che ha fatto precedentemente sono state davvero dei successi e ovviamente “tormentoni”, come non ricordarsi di Hips Don’t Lie, Whenever, Wherever o La tortura?
Un’elenco di tormentoni l’ho trovato qui (più che altro sono canzoni estive).
Personalmente penso che ci sono tormentoni gradevoli e altri proprio stupidi… voi che ne pensate di queste canzoni che diventano così popolari?
Tornando a Shakira, la cantante è “impazzita” [per modo di dire] e impazziranno anche  i suoi fan quando la vedranno in quel di Torino il 27 Novembre 2010.
Sarebbe bello andarla a vedere perchè è una cantante che trascina il suo pubblico (ho visto dei suoi concerti in dvd),  sicuramente vederla dal vivo mi farebbe un certo effetto, ma non sono ancora impazzito, fortunatamente 😀
Per chi è interessato la traduzione della canzone Loca di Shakira la può trovare qui, a me non dice nulla anzi direi che il testo è anche brutto tradotto in Italiano, meglio ascoltarlo in Spagnolo e non capire quello che si sente.

Cinque

Cinque sono le dita di una mano, il cinque a scuola non raggiunge la sufficienza e quindi bisogna rimediare.
Al superenalotto con il cinque si prende una bella cifra ma con il 6 è tutta un’altra cosa.
Cinque sono gli oscar vinti da Federico Fellini 4 vinti per il miglior film straniero [La strada (1957), Le notti di Cabiria (1958),  (1964), Amarcord (1975)] e un Oscar alla carriera nel 1993.
Invece io non ho vinto un bel niente, eppure oggi sono cinque gli anni che scrivo questo blog che è nato per caso e senza sapere che sarebbe arrivato a quest’età.
In cinque anni sono cambiate tante cose e io ho molti meno capelli di allora, ma non fa nulla. Questo post è per ringraziare tutti quelli sono passati da qui e continuano a farlo, anche se in pochi commentano, ma forse è meglio così sennò non riuscirei a rispondere a tutti.
Grazie a voi d’esserci, e di avermi regalato tanti sorrisi e molti spunti di riflessione, un abbraccio sincero, con affetto Emilio 🙂
Per la cronaca questo è il 273 Intervento pubblicato, un bel record in cinque anni, no?

Istruzioni per l’uso

Ultimamente per il mio compleanno ho ricevuto un nuovo telefono e precisamente un Nokia 5530.
E’ un telefono touch screen, tocco lo schermo e posso inviare messaggi, fare foto, ascoltare della musica e altro ancora.
Il mio problema principale – e penso anche di tante altre persone – è quello che quando si riceve un regalo “tecnologico” siamo sicuri di saperlo utilizzare e il famigerato libretto di istruzioni non lo leggiamo mica, lo sfogliamo! Perchè  noi sappiamo già dove mettere le mani!! 😀
Andiamo a tentativi ma ci ostiniamo a non voler leggere il libretto perchè non c’è il tempo per farlo, il nostro tempo è prezioso….perchè sprecarlo per leggere uno stupido libretto??
Dite la verità, anche voi sapete!!

Il valore della pipì

Una delle notizie più curiose  che ho letto ultimamente è quella che  a Johannesburg, il comune di Duban per migliorare l’igiene pubblica nei quartieri più poveri inizierà a acquistare la pipi dei cittadini che utilizzeranno i gabinetti a secco installati per le vie della città.
In seguito l’urina raccolta verrà utilizzata come fertilizzante.
Comunque l’iniziativa è lodevole, perchè in quei paesi le infezioni sono all’ordine del giorno e anche un semplice raffreddore è pericoloso, per non parlare di malattie ben più gravi…
Penso che se in Italia facessero una cosa del genere – con la crisi che c’è – davanti a questi gabinetti si formerebbero parecchie  code…. o no?

La fedina alberghiera

Recentemente in Inghilterra è arrivato il Guest Scan, ora gli ospiti spacconi, cleptomani e maleducati inizieranno a tremare.
Ma cos’è il Guest scan? E’ un database per gestori di hotel e Bad & Breakfast, che permette di vedere la “Fedina alberghiera” dei potenziali clienti. Nel mirino non ci sono solo veri e propri delinquenti [quelli che se ne sono andati senza pagare il conto] e i vandali, ma anche chi ruba asciugamanti e altri oggetti comuni.
La lista non esiste fisicamente, ma il nome degli ospiti indesiderati compare ogni volta che gli alberghatori ne inseriscono le generalità per la registrazione. Comunque chi è in questa “lista nera” non ci rimane per sempre, ma solo per un periodo che va dai due ai quattro anni.
Esiste anche un sito che troviamo a quest’indirizzo: http://www.guestscan.co.uk/
Ma quello che mi domando io, quando un’albergatore ha davanti una persona del genere cosa deve fare? Chiama le forze dell’ordine??   
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: