Disordinato creativo

caos
Secondo una ricerca di Kathleen Vohs della Carlson School of Management – dell’università del Minnesota – il disordine aiuta la creatività.
Lo studio ha considerato 188 persone, che vivono e lavorano in ambienti più o meno disordinati. Il risultato della ricerca ha dato quest’esito: chi aveva stanze o scrivanie incasinate trovava le idee più fantasiose e interessanti.
Allora, dato che io ho una scrivania abbastanza disordinata sono sulla buona strada per essere un buon creativo.
Magari troverò idee al di fuori dal comune in confronto a chi è ordinato e schematico nelle sue cose.
Chi lo sa, forse sono un artista mancato 😀
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: