Lo scoiattolo sa scegliere

 

Un po’ di giorni fa ho letto su una rivista un articolo semplice che fa riflettere, lo riscrivo in parte qui, sperando che faccia riflettere anche voi.

Lo scoiattolo sa scegliere

0In buona parte d’Europa e praticamente in tutta l’America del Nord, molti bambini si intrattengono con uno dei più incantevoli e pittoreschi animali: lo scoiattolo. Estremamente versatili è possibile vederli salire e scendere dagli alberi, con un’agilità che sembra sfidare la legge di gravità. La loro lunga coda piumata ondeggia in tutte le direzioni, sempre con eleganza. Quando piove o nevica, essi la usano come un pratico ombrello, per proteggersi da acqua e fiocchi di neve. Non è facile conquistare la loro amicizia, anzi… comunque un metodo per attirarli è lasciare all’esterno dalla casa di campagna un qualsiasi tipo di noce, cominciando lontano dalle costruzioni e avvicinandosi, in seguito, ogni giorno di più. Se tutto va bene dopo un po’ il piccolo e vellutato scoiattolo, con i suoi grandi occhi neri, di mattina starà alla nostra finestra per lo spuntino giornaliero. Una volta abbiamo fatto un’esperienza interessantissimo, abbiamo collocato sul  davanzale della finestra vari tipi di sementi, come: arachidi, nocciole, mandorle e noci. Poco tempo dopo, avendo fiutato qualcosa di appetitoso, apparve il nostro amico peloso. Le osservò tutte attentamente, in seguito afferrò con i denti la noce e se ne andò via sparato. Tornò poco dopo e portò via la mandorla. Così un po’ alla volta le prese tutte quante in perfetto ordine, dalla più preziosa alla più comune. Alla fine prese le banali arachidi.

 Trascorsi gli anni, arrivati all’età adulta, non di raro accade che, nelle delusioni dell’esistenza, le persone dimentichino gli utili insegnamenti appresi nei dolci anni dell’infanzia. Se un ragazzo o una ragazza osservasse il modo di procedere degli scoiattoli, potrebbe senza difficoltà trarre una saggia lezione per tutta la propria vita. Questi piccoli animali invariabilmente scelgono per prima cosa il meglio e il più importante, e solo dopo prendono il secondario, quello di minor valore. Sembra qualcosa di molto semplice, invece, purtroppo, non è sempre quello che facciamo.

Si sa e si ammette con sicurezza che Dio esiste. Si conoscono i suoi comandamenti, ma quante e quante volte è lui l’ultimo dei pensieri dell’uomo comune?  Nel prendere una decisione o nel desiderare qualcosa, non è più frequente che uno pensi per prima cosa al prestigio, al piacere o ai vantaggi personali che questa o quella situazione gli trarrà? Com’è rara invece la seguente preoccupazione: "Sarà questo quello che Dio vuole da me?"

Si, per il nostro dispiacere, la maggior parte delle volte, agiamo con meno discernimento degli scoiattoli. Afferriamo innanzi tutto ciò che è meno importante – il terreno – e lasciamo per dopo, alle volte per mai, il più prezioso: il celeste. Ecco qui la ragione di tante tristezza e amarezze che affliggono la nostra povera umanità.

I versatili scoiattoli non posseggono vera e propria intelligenza, ma se gli fosse possibile parlare, chissà, saltellando di fronte alla nostra finestra, uno di loro , magari verrebbe a ripeterci l’insegnamento di Nostro Signor Gesù Cristo, il creatore degli uomini e degli scoiattoli: "Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta" (Mt 6, 33). 

Dopo questa riflessione, vi auguro buona giornata 

Ah per la cronaca sono anche qui: Scrat e la ghianda

, ,

 

Sei nel blog da

  

 Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn…. 

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

Annunci

Giù le mani dai bambini!


Giù le mani dai bambini! 

 

Leggendo il blog di un mio amico virtale "Sdreng", sono venuto a conoscenza di una cosa a dir poco allucinante,  su internet in diversi siti si sponsorizza il “Boy love day”, e che cos’è?

E’ una manifestazione che si terra il 23 Giugno organizzata dai pedofili, i quali invitano all’essere solidali nei confronti di altri "malati" come loro, ora rinchiusi in carcere. 

A mio modo di vedere abbiamo toccato il fondo, anzi per dirlo alla Beppe Grillo, si sta scavando ancora più sotto…. ma che mondo è? E’ mai possibile che in una società civile (magari lo fosse) in cui dovrebbero contare i valori si premette questo schifo?

Il guaio è che i giornali, la televisione, la radio non dicono nulla di tale manifestazione, tutti siamo all’oscuro….. chi dovrebbe informare non lo fa, nei siti che promuovono tale manifestazione si inneggia "All’orgoglio pedofilo", orgoglio? Ma di cosa? Questi personaggi farebbero bene a nascondersi…

L’Unione Europea deve fare qualcosa, le varie istituzioni e in primis l’Unicef non devono permettere che si svolga questa porcata, ma ci rendiamo conto? 

Se viene fatta (mi auguro di no) é già all’8 anno!!!

Un modo per fermare questi pazzi è quello di firmare una petizione andando a quest’indirizzo

http://petizione.epolis.sm

Attenzione: La Petizione è chiusa, con oltre 50.000 firme

Comunque potete aderite a questa iniziativa mettendo il banner qui sotto nel vostro sito o blog andando a quest’indirizzo: http://noloveboyday.blogspot.com/

no loveboy day

Se potete diffondete questa notizia, grazie 

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn…. 

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

L’Autocertificazione


Mi sono sdoppiato ora sono anche  su "Scrat e la ghianda"

L’Autocertificazione

Un tempo quando avevamo bisogno di un certificato tipo lo Stato di Famiglia, si andava al Comune e qui l’impiegato tramite un archivio trovava i nostri dati e quelli degli altri componenti della famiglia, messi su delle piastrine di metallo, e con una macchina alquanto complessa, mettendolo tutte insieme le piastrine, stampava un foglio e vi allegava anche diverse marche da bollo. Questo è un esempio di come si otteneva un qualsiasi certificato. 

Dal 1997 invece è stata introdotta, con la legge Bassanini, l’Autocertificazione, in modo da semplificare le procedure burocratiche della pubblica amministrazione. Molti documenti si possono quindi Auto certificare, come Certificato di nascita, di cittadinanza, obblighi militari, godimento dei diritti politici ecc…

Quindi l’autocertificazione è una dichiarazione in carta semplice (senza marche da bollo) scritta e firmata nella quale si dichiara sotto la propria responsabilità di possedere determinati titoli e requisiti.

Dato che non ci possiamo mica ricordare come impostare un determinato certificato, esiste in rete un programma gratuito creato da Micla multimedia che ci aiuta a creare questi certificati, si chiama "Dichiara facile" che possiamo scaricare da qui cliccando sulla voce download in alto a destra della pagina del produttore.

Una volta scaricato il programma facciamo click sul file di installazione

lasciamo invariato il percorso scelto dal programma e clicchiamo su "Avvia" (immagine sotto)

poi scegliamo chi può utilizzare il software, consiglio di mettere "Tutti gli utenti"

Dove vogliamo creare le icone

e infine non ci resta che fare click su imposta.

Adesso ci troveremo nel programma che è suddiviso in due parti, a sinistra ci sono dei pulsanti, mentre a destra troviamo l’elenco dei certificati che possiamo creare, scegliamo il certificato da creare

per esempio lo "Stato di famiglia" e facciamo click sulla voce "Compila" a sinistra.

Ora non ci resta che compilare i campi vuoti

Spostandoci giù scegliamo il luogo di nascita dal menù a tendina

A lato di questo campo possiamo vedere la scritta "Comuni" e le voci "Leggi" e "Modifica", la prima ci serve se non riusciamo a trovare il nostro Comune, mentre la seconda per aggiungerlo nel caso in cui non sia presente nel database del programma.

poi scriviamo la data

e il codice fiscale, se non lo ricordiamo facciamo click su calcola e verrà scritto automaticamente dal programma grazie ai dati che abbiamo inserito in precedenza

Adesso non ci resta che scrivere la data di compilazione e il luogo, forse abbiamo dimenticato dei componenti della famiglia, come aggiungiamo il coniuge e gli eventuali figli?

Semplice, facciamo un passo indietro e vedremo che in alto nella scheda da compilare c’è la voce "Dichiarazione", facciamo click lì e ci ritroveremo in una pagina vuota dove inserire i dati del coniuge in questo ordine: Cognome, Nome ecc.. (vedi immagine di esempio sotto)

dopo aver inserito tutti i dati, possiamo vedere un’anteprima prima di stampare il tutto

 

Ovviamente i dati inseriti sono un esempio, non conosco il Sig. Rossi ne tanto meno la Sig.ra Capogna 

Se ci sono omonimi non era mia intenzione citarli in questo post

 

Buona Giornata a tutti, e buona autocertificazione

Emilio

, , , ,

        Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

Siamo salvi!

 

Avviso: Adesso il sottoscritto ha 2 Blog, chi vuol vedere e magari commentare l’altro, può andare a quest’indirizzo: http://scratblog.terapad.com

Per commentare cliccate sulla voce permalink in basso ai post

 

Siamo Salvi!

Dopo un’altra stagione altalenante e come al solito sempre sofferta, alla penultima di campionato il Bari si salva grazie alla vittoria su una Juventus rimaneggiata e già promossa nella massima serie. Dopo 17 anni riecco una vittoria sulla signora d’Italia grazie a un gol di Davide Carrus. 

 Mi spiace per gli amici Juventini che sono andati allo stadio per vedere una vittoria e festeggiare il ritorno in A, sarà per la prossima volta, magari anche con il mio Bari in serie A. 

Stagione finita, e sguardo al futuro, ci sono interessanti offerte Russe per l’acquisto dello Stadio e della stessa Società, in mano hai Mataresse ormai da più di 20 anni. Staremo a vedere…

La formazione del Bari nella gara Bari – Lecce 1-1

 

Buona serata a tutti , un abbraccio

Emilio

, , ,  

        Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

Technorati Profile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: