Tiriamo le somme

Tra pochi giorni l’anno giungerà a termine, un’altro anno che se ne va via, via come delle nuvole spazzate dal vento.
Questo è tempo di bilanci, siamo soddisfatti dell’anno che stà finendo o ci aspettavamo qualcosa in più? Forse ci siamo illusi che il nuovo anno ci avrebbe dato tante soddisfazioni, ma poi non è stato così. La verità e che non ci accontentiamo, credo che è nell’indole di ognuno ispirare al meglio, non siamo mai appagati.
Basterebbe fermarsi un attimo a riflettere per renderci conto che poi la nostra vita – nonostante tanti e tanti sacrifici -non è poi così male come la crediamo. Riflettiamo e diciamo tra di noi: “Grazie Signore per quello che mi hai dato, sono sano, non ho malattie, la mia posizione economica in fondo poi non è così male e nonostante tutto riesco a andare avanti”, certo ogniuno di noi fa tanti sacrifici nel corso della sua vita, ma sarebbe meglio prendere l’abitudine di accontentarsi senza pretendere chissà cosa, sicuramente vivremmo meglio.
Nel mondo ci sono tante persone che soffrono, rivolgiamo un attimo il nostro pensiero a loro….di che ci lamentiamo noi?
Questo per dirvi di prendere la vita sempre come viene, non importa se questa o quella cosa non andata come volevamo….la vita è un dono quindi viviamola appieno sempre e comunque.
Buon anno a tutti voi, ve lo auguro con tutto il cuore, che sia ricco di salute e che vi porti tanto amore! Le cose materiali lasciamole agli altri….
Annunci

Natale: Una luce nel buio della notte

Questo post viene pubblicato prima di Natale perchè sicuramente quel giorno sarà improbabile che qualcuno abbia il tempo di scrivere i suoi auguri qui


Il Natale non può essere definito con una sola parola: è luce in una notte buia; é voce angelica che rompe il silenzio; è calore nel gelido inverno, ma Natale è anche emozione che leggiamo nei volti della gente: dai piccoli ai grandi quando preparano, scelgono con cura e poi osservano quelle piccole statuine colorate, avvolte in una scenografia semplice dove lo sguardo di tutti si concentra su quella famiglia, su quel bambino chiamato Gesù: è il presepio.
E’ il presepio, il protagonista delle nostre case, chiese, strade e città, quello che accomuna tutta l’Italia e il mondo cristiano.

 

Buon Natale e buone festività a tutti, sperando che in futuro le guerre cessino di esistere e ci sia un mondo dove regni la pace e l’amore fraterno.

Ciao a tutti

Emilio

Il mercatino Dell’usato Unitalsi [IV Edizione]

Avete bisogno di un libro, un lume da comodino, di un vaso o di una radio antica? Bene, troverete quello che cercate al Mercatino organizzato dalla Sottosezione Unitalsi di Bari.
Tanti volontari [ci sono anch’io] dell’Unione Nazionale Trasporti Ammalati a Lourdes e santuari Internazionali Mariani, vi aspettano per proporvi capi di abbigliamento, oggettistica, libri e tanto altro. Saranno allestiti tre gazebo dove potrete acquistare a prezzi “Modici” qualsiasi complemento d’arredo o suppellettile, anche di vecchia data.
L’iniziativa che si svolge due volte all’anno, dalle 8 di mattina fino a tarda serata è giunta alla IV Edizione, gli oggetti che saranno venduti sono il risultato di donazioni volontarie di tante persone che quotidianamente sono vicine questa associazione “No profit”.
E’ tutta roba trasportabile, ci sono dei pezzi davvero unici e singolari, vi ricordo che il mercatino è anche un modo per trovare l’idee per i regali del Natale alle porte…
Il ricavato delle vendite, in seguito, verrà utilizzato dall’Unitalsi per altre attività, una su tutte l’aiutare malati e bisognosi che vogliono andare a Lourdes ma non hanno una grande disponibilità economica. Senza tali iniziative sarebbe impossibile far partecipare chi non può a un Pellegrinaggio come questo.
La manifestazione si terrà Domenica 19 Dicembre 2010 in P.zza del Ferrararese di Bari. Vi aspettiamo numerosi, un abbraccio Emilio.

Come trasferire un Blog Windows Live su WordPress

  

Una mia amica mi ha chiesto di trasferire il suo blog windows live su worpress perchè non sapeva farlo. Mi sono accorto che se faccio una ricerca su internet non esiste una guida per una procedura simile, ecco il perchè di questo post.

Entro Marzo 2011 chi ha un blog live se non lo trasferisce su word press potrebbe non trovarlo più
perchè i gestori hanno deciso di cancellare i blog di chi non si trasferisce su wordpress.
Andiamo qui
Inseriamo la nostra mail e la pass e clicchiamo si “Accedi”
Nella pagina successiva vediamo in alto a sinistra la scritta: Windows Live,
posizioniamoci su con la freccia e scegliamo l’ultima voce del menu che si aprirà in automatico cioè: “Tutti i servizi”
Poi cerchiamo la voce “Spaces” e ci clicchiamo su
Vedremo un messaggio che ci avvisa che tra un pò windows live spaces non sarà più disponibile e
per non rischiare di non trovarlo più dobbiamo spostarci, clicchiamo sulla voce “Qui”.
Nella pagina successiva sulla scritta “Aggiorna il mio blog con
WordPress”
Vedremo questo avviso non ci resta che fare click su “Continua”
Nella pagina successiva clicchiamo su: “Connetti a WLM Connect”
Si aprirà un nuovo avviso, nel quale sarà presente la mail che utilizziamo per accedere al nostro Blog Live.
Clicchiamo sul tasto “Connetti”
Siamo al passo 2
In “Nome utente” inseriamo la nostra mail, nei campi successivi digitiamo 2 volte la password,
infine mettiamo il segno di spunta dichiarando di aver letto le condizioni del servizio.
Facciamo click su “Avanti”
Nella pagina successiva scegliamo un nuovo indirizzo [URL] del blog,
possiamo lasciare invariato il titolo (voce successiva) e infine scegliamo la Lingua principale che utilizzeremo (in questo caso l’Italiano)
“Attenzione: quest’ultima voce è molto importante perchè se sbagliamo lingua,
le scritte delle modifiche appariranno in un‘altra lingua“.
Nei campi successivi scegliamo se il blog dev’essere pubblico,
bloccare i motori di ricerca [non saremo tra le ricerche], o Privato;
Mettiamo Berlino come località per il Fuso orario;
Nell’ultimo campo scegliamo se pubblicizzare gli interventi che pubblicheremo segnalandoli
ai nostri amici presenti su Messenger
Infine facciamo click su “Registrati”
Dopo vedremo l’ultima fase che è quella dello spostamento effettivo del blog
Riceveremo via posta elettronica un messaggio che confermerà lo spostamento e potremo iniziare a utilizzare le impostazioni del nuovo blog.
Per accedere al blog andiamo a quest’indirizzo: http://it.wordpress.com/
E scriviamo la mail e la pass scelti nei campi che vediamo in alto a sinistra.
Ora non ci resta che scoprire i blog WordPress.
Questa è la procedura corretta per trasferire un Blog Live Spaces su WordPress.

Sicuramente questo è l’ultimo mio aiuto per i blog Windows Live Spaces

 Buona Giornata

Emilio

Sciopero dei calciatori

L’Italia conferma di essere la nazione degli scioperi, ultimamente le grandi città sono diventate off-limits per le proteste degli studenti. E adesso si mettono a scioperare anche i calciatori, che hanno deciso di non disputare la 16ma giornata del campionato di Serie A, in programma l’11 e il 12 Dicembre.
Non è che una domenica senza calcio ci faccia male, anzi…ma pensare che siano i calciatori ad incrociare le braccia, mi fa un po’ arrabbiare, di che si lamentano??
E che dovrebbero fare o dire allora i precari della sanità, gli edili, i metalmeccanici, tutti i disoccupati e cassintegrati il cui numero cresce ogni giorno in maniera esponenziale? Se adesso si mette a scioperare anche chi a fine mese si porta a casa un bello stipendiuccio, che deve fare allora chi non ha nemmeno i soldi per comprarsi il pane? Non si dà certo un bell’esempio.. E’ uno schiaffo in faccia alla povera gente, a quella stessa gente che magari risparmia sul pane per correre allo stadio la domenica pomeriggio.
Può anche darsi che i calciatori abbiano ragione a fare le loro rivendicazioni anche in un mondo così approssimativo ricco si devono rispettare regole e dignità, non c’è nemmeno dubbio che i giocatori di calcio siano dei lavoratori, ma proprio questo fa rabbia, il fatto che siano dei lavoratori privilegiati, la loro giornata di sciopero ad esempio, non verrà detratta dallo stipendio, invece qualsiasi altro lavoratore se sciopera perde la giornata, e adesso loro si permettono anche di scioperare in un momento in cui c’è gente che sciopera per ben più gravi motivi, perché non porta a casa nemmeno 1 euro, è vergognoso, in questo momento avrebbe avuto senso la protesta opposta, e cioè avrebbero potuto giocare due turni in una settimana per protesta, e non fare annullare la 16ma giornata.
Non sarebbe male che lo sciopero adesso lo facessero i tifosi, rinunciando ad andare allo stadio alla 17ma giornata quella di gennaio giocassero da soli, in silenzio per la vergogna.

Il social network più amato

Secondo voi qual’è il social network più frequentato dagli italiani?
Facebook?? Sbagliato! Badoo?? Sbagliato!  Twitter? No no, non ci siamo proprio!! Il social network più amato dagli Italiani è il Bar!
Questo è il risultato di un sondaggio condotto su circa 480 barman, gestori di bar e esperti nel settore, che ha monitorato 1200 soggetti (uomini e  donne tra i 18 e i 55 anni). Il risultato? Il luogo più frequentato dagli Italiani? Era e resta il Bar. Che ancora oggi è il locale più frequentato per 365 giorni l’anno, dove tra un cappuccino o un aperitivo gli Italiani si sentono liberi di parlare di tutto: calcio, moda, gossip ecc..
E’ il posto dove 15 milioni di Italiani si esprimono in libertà di politica (48%), calcio (42%), ma anche lavoro (37%), pettegolezzi (35%), e cinema (25%).
Tra aperitivologhi e tuttologhi, solo il 33% va al bar per bere o mangiare qualcosa. Ecco che grazie a questa importanza sociale che ricopre, il bar è ancora oggi il vero ripetitore di opinione moderno, più di tv, radio e qualunque altro media, che si limitano solamente a diffondere le notizie (73%).
Secondo me anche sul lavoro o in altri luoghi si “socializza”, forse il Bar è più frequentato, penso a quelli presenti nelle stazioni o nei centri commerciali. Ma in quest’ultimi non c’è tanto tempo per socializzare, lì di solito si va per fare spese e anche di fretta!!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: