Il padre nostro con Bernadette

Eccomi nuovamente ad aggiornare questo spazio, dopo un nuovo pellegrinaggio a Lourdes. Ritornare lì è sempre emozionante, non è affatto ripetitivo!
Ogni pellegrinaggio ha un tema pastorale, quest’anno il tema era: “Pregare il Padre Nostro con Bernadette.”
Come facciamo a comunicare con Dio? Attraverso la preghiera che Gesù stesso ci ha inseganto: Il Padre nostro. Così, sia in terra che in cielo, c’è una rivelazione del Padre Nostro.
Durante le varie celebrazioni ci hanno dato un cartoncino, dove da un lato c’è la preghiera del Padre Nostro e dietro c’erano degli ammonimenti che riscrivo qui:
Non dire: Padre – se ogni giorno non ti comporti da figlio.
Non dire: Nostro – se vivi soltanto nel tuo egoismo.
Non dire: Che sei nei cieli – se pensi solo alle cose terrene.
Non dire: Venga il tuo regno – se lo confondi con il successo materiale.
Non dire: Sia fatta la tua volontà – se non l’accetti anche quando è dolorosa.
Non dire: Dacci oggi il nostro pane quotidiano – se non ti preoccupi della gente che ha fame.
Non dire: Perdona i nostri debiti – se non sei disposto a perdonare gli altri.
Non dire: Non ci indurre in tentazione – se continui a vivere nell’ambiguità.
Non dire: Liberaci dal male – se non ti opponi alle opere malvagie.
Non dire: Amen – se non prendi sul serio le parole del Padre Nostro.
Bene adesso posso dire che anche questo pellegrinaggio è andato in archivio, ho portato le preghiere di voi tutti sotto la grotta e spero tanto che Maria mi abbia ascoltato.

Qui sopra la foto del personale delle sottosezioni Unitalsi di BariBarlettaBitonto e San Giovanni Rotondo.
Se mi cercate sono in basso a destra
Ora vi auguro buona estate, a presto Emilio

Ancora Lourdes

The majority of visitors are pilgrims who fill...

Image via Wikipedia

Ritornare a Lourdes è sempre bello, lì si ritrova la pace e la serenità che manca ai nostri giorni.
Quello che mi appresto a fare la prossima settimana non sarà un pellegrinaggio semplice, per tutto ciò che è accaduto in questi giorni (una persona a me vicina ha subito un’operazione importante) ma ci vado con il solito spirito di gioia anche perchè ritornerò in un luogo che porto nel cuore.
Ci vado sempre da volontario con la mia divisa blù e la coroncina di S.Bernadette. Le mie braccia aiuteranno gli altri come hanno sempre fatto e continueranno a fare fino a quando il Signore vorrà.
C’è chi prende le ferie per andare che ne so in vacanza all’estero o in altri luoghi, mentre c’è chi come me preferisce prenderle per ritornare sempre nello stesso luogo, sapendo cosa gli aspetta, anche se ogni pellegrinaggio ha qualcosa di speciale e sopratutto di diverso.
Quindi se non riceverete una risposta ai vostri eventuali commenti sappiate che non ci sarò dal giorno 27/06 al giorno 03/07.
A presto
Emilio
Prost precedenti su Lourdes:
Sotto il cielo di LourdesIn carrozza (2010);
Considerazioni di un pellegrinaggioBinari (2009);
Il cammino del giubileo [La città di S.Pierre]Un mistero lungo 150 anni (2008);
Dal virtuale al realeIn partenza  (2007);
Tenete accese le vostre lampade11 Febbraio a Lourdes e in tutto il mondo (2006)

Dov’è la pace?

Da wikipedia: La pace è una condizione sociale, relazionale, politica o legata ad altri contesti caratterizzata da condivisa armonia ed assenza di tensioni e conflitti.
Mi sembra che questa condizione non sia stata mai messa in pratica dall’uomo, basti pensare a quante guerre ci sono in giro per il mondo, città da rifare, popolazioni decimate tutto per la prevalenza  di uno stato su un’altro, per non parlare delle guerre per le religioni.
Quello che sta accadendo in Libia non mi piace affatto, sicuramente ci sono anche delle buone motivazioni per cui Francia & C hanno deciso di attaccare, ma credo che  ci siano anche diversi interessi economici, basti pensare a quanti giacimenti petroliferi ci sono in quelle zone.
Non nascondo che in questi giorni sono sulle spine per quello che stà succedendo, non voglio neanche immaginare cosa potrebbe accadere se le coste Italiane verrano attaccate…la paura che inizi una nuova guerra con il coinvolgimento delle altre nazioni Europee è davvero probabile.
Chissà se tutto ciò potrà essere evitato, putroppo personaggi come il dittatore Gheddafi non sono affidabili… e sono “Pericolosi”. E pensare che fino a pochi mesi fa il nostro governo ha raggiunto accordi importanti con la Libia come il blocco del flusso degli immigrati e la lotta contro il terrorismo…e ora a cosa andiamo incontro??
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: