Benvenuto 2018

Il 2017 è quasi terminato. Al suo posto un nuovo anno, il 2018 cosa ci porterà?
A Marzo forse ci porterà un nuovo governo – se qualcuno arriva al 40% – magari migliore dei precedenti…
Mentre a Giugno non ci porterà i Mondiali visto che l’Italia non si è qualificata 😒
Cosa dire di quest’anno che volge al termine? Mi sono riletto i precedenti post di fine anno e ogni volta dico che non faccio bilanci, non è mia abitudine farli e non ne farò neanche ora.
Mi aspetto un anno di cambiamenti – ogni volta è così – confido nel buon Dio e incrocio le dita. 🤞
Comunque la cosa più importante che mi auguro è che ci sia sempre la “Salute” sia nei giorni dei miei cari e anche nei vostri giorni, voi che anche se in pochi mi leggete da anni, questo blog alla fine è anche vostro.
Buon 2018 a tutti.
Emilio

 

Annunci

E’ quasi Natale

Mancano pochi giorni e sarà nuovamente Natale, ce ne accorgiamo dalle luci e musiche Natalizie per le vie delle città.
Arriva il salvatore del mondo, rinasce per portare la speranza in tante famiglie. Tutti ci auguriamo che le cose possano migliorare, anche se questo mondo lo vedo allo sbaraglio, ci sono troppe cose che non vanno…
Ma come si dice, bisogna essere ottimisti, non abbiamo alternative.
Dunque Buon Natale alle vostre famiglie, a chi mi legge e a chi si trova qui per caso. 🙂

Fonte Natività: http://caloundrabaptist.com/01760-nativity-1/

Siamo quasi a 12

Domani questo blog compie la bellezza di 12 anni, al contrario di altre volte però questo post viene pubblicato prima del 19 Novembre perchè non sarò a casa e non mi va di programare la pubblicazione.
Quante cose cambiano in 12 anni? Tante, tantissime! Innanzitutto cambiano gli anni anagrafici, poi ci sono gli interessi, le amicizie e tanto altro ancora.
Nel corso di questi anni – ricordando questo giorno – mi sono sempre chiesto cosa mi è saltato in mente quel lontano 19 Novembre del 2005, non ho trovato una risposta, e non trovo una risposta al fatto che ancora oggi – seppur saltuariamente – continuo ad aggiornare questo diario on-line.
Comunque non voglio annoiare chi mi legge perchè posso sembrare ripetitivo.
Quindi semplicemente auguri a questo vecchio blog, che è la dimostrazione degli anni che passano a dispetto di tutto. Buona giornata a chi mi legge ancora e a chi è arrivato qui per caso, ciao ciao Emilio

I due pellegrinaggi

Eccomi a riaggiornare questo blog a distanza di diversi giorni dal ritorno, purtroppo non ho avuto tempo di farlo prima.
Il pellegrinaggio nazionale Unitalsi di quest’anno ha avuto un cambiamento importante, infatti è stato diviso in due periodi, mentre negli anni precedenti era solo uno.
Sinceramente credo che questo cambiamento abbia solo diviso le persone – di varie regioni – che si ritrovano solo lì, in quel luogo magico dove la sofferenza viene azzerata da tanti gesti d’amore e sorrisi quotidiani.
Comunque nel complesso tutto è andato per il meglio, il tempo è stato clemente e le giornate – sempre impegnative – sono volate via.
A Lourdes si va per ricaricarsi e distrarsi dai problemi di ogni giorno, penso di errerci riuscito.
Vi auguro buona domenica, grazie di esserci anche solo virtualmente, Emilio.
Il santissimo prima della processione Eucaristica

Lourdes, disagi e ritardi

Tanti considerano Lourdes il viaggio della speranza, chi fa questo viaggio cerca qualcosa che possa migliorare la propria vita, da diversi anni però, considero questo viaggio un viaggio della speranza sotto un altro aspetto, perchè si verificano sempre eventi che fanno ritardare l’arrivo o il ritorno, rendendo l’attesa infinita.
Ultimo quello di ieri, dove diversi treni sono rimasti bloccati con 2000 persone in attesa della ripartenza, le ferrovie Francesi dicono che c’è stato un guasto per atti vandalici sulla linea e bisognava ripristinarlo per far riprendere il viaggio.
Detto questo tra pochi giorni (il 25 Settembre) anch’io sarò in viaggio per Lourdes – quest’anno il pellegrinaggio Nazionale Unitalsi è stato diviso in due periodi – spero di non andare incontro agli stessi disagi, ma se così fosse pazienza.
Buona giornata a tutti, vi portero nelle mie preghiere. 😊

Interno del vagone barrellato (foto di: http://www.resegoneonline.it)

Il cibo del futuro?

L’altro giorno mentre ascoltavo la radio sento la notizia che tra pochi giorni – di preciso il 27 Agosto –  sarà possibile acquistare nei supermercati Svizzeri hamburger e polpettine che conterranno insetti.
Gli insetti alimentari sono: la larva della farina, il grillo domestico e infine le cavallette 😐
Infatti Berna ha autorizzato la vendita già lo scorso 1 Maggio e ora arriveranno sugli scaffali dei negozi. Le prime confezioni saranno di importazione, ma con il passare del tempo ci sarà una produzione locale.
Ora non so voi ma io preferisco la cucina tradizionale, gli insetti – a mio modo di vedere – non sono affatto invitanti per il mio palato e credo anche per altri palati, ma c’è gente che conosco che afferma che quello sarà il cibo del futuro, io sinceramente se un giorno ci sarà questo tipo di cibo preferirò diventare vegetariano o fare la dieta :mrgreen:
Immagini de La Repubblica

Mare, profumo di mare

D’estate ci sono due alternative, mare e montagna. Vivo in una città di mare, forse per questo tra le due cose preferisco la prima.
Da un po’ di anni però andare a mare per me è diventato non dico faticoso, ma siamo li.
Mi spiego meglio, per me il termine faticoso equivale al fatto di stare tanto tempo sotto il sole, infatti più di un’ora, un’ora e mezza non riesco a starci…
Mentre mio fratello e tanti altri che ci starebbero ore e ore, tipo lucertole in vacanze.
Quest’anno non sono ancora andato a mare, ma mi rifarò – forse – nel mese di Agosto quando sarò in ferie.
E a voi cosa piace, mare o montagna?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: