Effetto sole

 

Avete mai pensato a quanti modi ci sono per abbronzarsi? Leggevo un articolo che parla di modi alternativi a quello tradizionale, ecco un po’ di considerazioni.

Effetto sole

Da cosa dipende il colorito di una persona? Semplice dalla melanina presente nella sua cute. Più ce né e più si ha un colore vivace. In questo periodo tutti o quasi vogliono abbronzarsi, già in molti voglio diventare color cioccolato. Ma perché? Credo che sia un modo per sentirsi più belli e in forma. 

Molta gente esagera e resta ore ed ore sotto il sole immobile come una mummia facendo invidia anche a Tutankamon, il famoso faraone egizio.

Diciamoci la verità ogni volta che arriva l’estate [ma anche prima] c’è la corsa alla tintarella. Ma per chi ha poco tempo e fretta di cambiar colore può utilizzare anche prodotti che aiutano a questo scopo. 

In America per esempio è di moda l’Aerografo solare, si tratta di docce solari nebulizzate, che spruzzano prodotti autoabbronzanti su tutto il corpo in modo uniforme. Ci si abbronza in fretta, la pelle non invecchia e anche chi ha poca melanina si può permettere di sfoggiare un bel colorito dorato, sembrando quasi un indigeno.

Insomma ci si abbronza in modo artificiale, ottenendo un’abbronzatura progressiva come accade anche con le famose lampade solari.

Ma non è che con questi prodotti cosmetici uno non va più al mare per abbronzarsi in modo "Naturale"? Tutto questo mi fa pensare che abbronzarsi al sole stia passando di moda…

Ma come, il sole, una stella che ci da energia e salute che ci fa bene all’umore e all’aspetto viene accantonato da creme e cremine? 

Personalmente non credo molto in questi nuovi modi per ottenere la tintarella, ecco perché quando posso faccio un salto nella spiaggia cittadina, o vado in provincia [dove il mare è migliore] per mettere un po’ di colore dato che avendo la pelle molto chiara posso fare concorrenza a qualche caseificio!!

 

Diciamo che in questi giorni ho raggiunto un bell’obbiettivo, il problema ora è riuscire a mantene il colore.

   http://img99.imageshack.us/img99/8715/abnk1.swf

Foto scattata il 18/07/2008 a Polignano a Mare spiaggia Lama Monachile

Qui sotto una piccola tabella di prodotti alimentari che aiutano la nostra pelle ad acquisire la famigerata tintarella in modo naturale

 

Alimenti amici della tintarella

Oltre alla celebri carote, ci sono le albicocche, i meloni, le fragole e le ciliegie.

Mentre tra le verdure le insalate, la cicoria, i pomodori e i peperoni.

Tutte cose naturali e non fatte in laboratorio.

Buona giornata a tutti


, , ,

         Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

Bookmark and Share 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

Annunci

Via la tristezza

 

Recentemente è stato scoperto un gene che allontana la tristezza, ecco i dettagli.

 

Via la tristezza

Nel mondo ci sono continue ricerche per eliminare gli effetti negativi causati dallo stress, leggo sul giornale che recentemente c’è stata una nuova scoperta fatta da alcuni ricercatori americani.

Nel nostro cervello c’è un gene che se attivato e stimolato riesce a farci combattere e vincere la tristezza. 

Infatti in uno studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine gli scienziati dell’Università di Yale e della Mount Sinai School of Medicine hanno scoperto che correre fa bene al cervello, questo esercizio fisico stimola una molecola "antidepressiva ", e di conseguenza ci si sente meglio.

I ricercatori Usa hanno condotto un esperimento sui topi, analizzando i cambiamenti nei geni durante l’attività fisica in una zona del cervello: l’ippocampo, sensibile all’azione degli antidepressivi.

In particolare il gene Vgf [così si chiama] veniva stimolato di più degli altri quando le cavie facevano jogging correndo sulla loro ruota.

In seguito somministrando una versione chimica del Vgf si è notato che lo stesso funziona da antidepressivo e modifica il comportamento delle cavie in situazioni di notevole stress.

  Che dire, il fatto che correre fa bene è risaputo, poi l’attività fisica in generale fa bene al corpo e alla mente.  

Ogni volta che la scienza scopre qualcosa è una conquista per tutta l’umanità, ma personalmente mi ritengo esentato [dal correre], visto che vado sempre di corsa, non ci tengo proprio a correre di più di quanto non lo faccia ogni santo giorno.

  http://img379.imageshack.us/img379/9907/lujw1.swf

  E ora tanto per cambiare scappo, ma al mare!! 

Ciao a tutti

, , ,

         Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

Bookmark and Share 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.


Sorbetti gelati & C.

 

Giorni fa ho ricevuto un’altro premio, in basso a questo post potete vedere di che si tratta.

Finalmente è arrivata l’estate, stagione che mette allegria e fa bene al corpo e alla mente. Le giornate si allungano e si respira un’aria meno opprimente di quando è inverno.

Sorbetti  gelati & C.

La stagione estiva comunque comporta anche l’aumento del consumo dei gelati [anche perché fa caldo], c’è gente che li mangia anche di inverno, ma per me è raro mangiarlo "fuori stagione" che ci volete fa sono tradizionalista. 

Leggevo sul giornale che i gelati [per le tasche di chi li produce] sono un affare colossale, la produzione italiana è sulle 250.000 tonnellate l’anno. La tendenza del momento comunque è la diffusione del sorbetto, sia quello tradizionale che in versioni d’avanguardia. Ma da dove viene la parola sorbetto? Dall’Arabo – sharbat – che significa: bevanda fresca, quindi si presume che la sua preparazione sia proprio opera dei cuochi della mezzaluna. 

In antichità si prendeva neve o ghiaccio, si pestava e si aromatizzava con essenze profumate. Oggi il sorbetto – invece – è costituito da uno sciroppo di zucchero mescolato a succo di o polpa di frutta, vino o distillati vari che si legano con ottimi risultati come per esempio la vodka con il limone. Va detto anche che oramai sono chiamati sorbetti anche i gelati di frutta all’acqua [realizzati senza latte] ai quali si aggiungono vini e distillati. 

Una differenza sostanziale comunque tra il sorbetto e il gelato c’è eccome. I gelati possono essere considerati un alimento vero e proprio, pensiamo ai gelati alla crema o alla frutta. Per esempio 100gr di gelato al fior di latte valgono 200 calorie, che equivale a 30gr di pasta o 200gr di carne. Quindi quatto o cinque palline, senza l’aggiunta di panna e magari con frutta fresca, sono in grado di sostituire un pasto. 

Dal canto loro i sorbetti se sono preparati con succo di frutta, acqua e zucchero non hanno proteine né grassi, ma soltanto zuccheri, quindi restano meno calorici ma anche meno nutrienti. Per questo non possono sostituire un pasto. In mezzo troviamo i ghiaccioli e le granite, quest’ultime in diverse città della penisola resistono grazie ai pochi chioschi che fanno la famosa "grattachecca" [qui a Bari si chiama: "Grattata"] che viene servita in frammenti di ghiaccio ricavati grazie a una piccola macchinetta con lame sottili con le quali viene tagliato un grande lastrone di ghiaccio. 

Un discorso a parte va fatto per la granita siciliana che non è una granita classica e "dura", ma più morbida e simile al sorbetto. Da qui la possibilità di consumarla persino con la brioche mattutina, una colazione da re, sopratutto d’estate! 

    http://img352.imageshack.us/img352/7672/gellc5.swf

Buon sorbetto – gelato – ghiacciolo e granita a tutti 

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

, , ,

         Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

Bookmark and Share 

Stai leggendo questo blog da

  

 

Brillante weblog 08

E’ un periodo che tra i blog girano delle simpatiche catene fatte di premi e riconoscimenti. Nel post precedente ho ricevuto anch’io il premio "Brillante weblog" da mie due care amiche che sono:

Monica e Natalia che ringrazio.

Ovviamente è un modo per far conoscere agli altri blog che si mettono in luce sia per i propri contenuti sia per la grafica.

Le regole son quasi sempre le stesse:

1. Fare un post mostrando il premio e citare il nome di chi ci ha premiato mostrando il link e profilo del suo blog; 

2. Scegliere un minimo di 7 o più blog  che crediamo siano brillanti nei loro temi o nel loro design. Facendo un elenco [In ordine alfabetico] con nome e link e avvisali che hanno ottenuto il Premio "Brillante Weblog".

Il primo punto dice di fare un post, ma credo sia inutile fare un post solo per mostrare un premio, e poi che sono Narciso? Quindi preferisco mettere questo premio in un post che parla anche di qualcos’altro.

Il mio elenco eccolo qui: 

Arwen; Davide; Elisa; Eriana; Giovanna; Raffaella; Susanna; Veruccia.

 

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: