La strada della vita


  La strada della vita

 

E’ finito un’altro anno, ognuno di noi ha percorso la propria strada lunga, tortuosa, in salita e alle volte in discesa. C’è chi cammina in città tra auto e smog, altri in campagna tra i fiori e la natura, altri ancora nei boschi dove poter osservare zone non conosciute dall’uomo e quindi ancora intatte. 

La strada è metafora della nostra esistenza e della ricerca di ciò che potrebbe cambiarne le pieghe più opache. Sono molteplici e vari i modi di porsi di fronte ad essa e altrettanto diversificate le sensazioni e i sentimenti che si provano.

In alcuni casi la paura di affrontare un percorso ignoto è più forte, noi comuni mortali, più spesso abbiamo bisogno di cerezze, o almeno di qualche sicurezza. In altri casi si vorrebbe avere tutto chiaro da subito, siamo capaci della massima esattezza matematica nel calcolo delle probabilità e preferiamo non muoverci affatto se non conosciamo tutti i dettagli dell’itinerario: pretendiamo la chiarezza della carta geografica.

 

In altri ancora, rassegnati a questo male necessario del dover comunque andare da qualche parte, imbocchiamo alla cieca il primo vicolo che incontriamo, anche se c’è il segnale di strada senza uscita, ma preferiamo fare gli struzzi e mettere la testa sotto la sabbia e non vederlo. Infine, c’è chi usa il "navigatore satellitare" permettendo che siano gli altri o le circostanze a scegliere per lui, a dirgli per filo e per segno come, dove e quando, andare buttandosi così a capofitto nella più squallida delle schiavitù: quella della propria coscienza. 

Insomma ci apprestiamo a chiudere il capitolo 2006 e aprire quello 2007, è tempo di bilanci…. 

Tutti siamo colmi di speranza, già la speranza di un domani migliore, che possa donarci un pò più di gioie e meno dolori, tanti buoni propositi, riusciremo a mantenerli?

 

Buon 2007 a tutti voi e grazie per l’affetto

 

 

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook 

Attenzione le immagini con il link sono personali, quindi non toccate!!

Importante: Gli amici sono unici, non inviatemi richieste se non frequentate questo il blog…

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

La presenza di Dio nella nostra vita


 

Il Dio della Bibbia è il Dio creatore presente alla sua opera, il Dio salvatore presente al suo popolo, il Dio Padre presente al suo Figlio. E’ presente in tutti i tempi e la sua presenza si manifesta all’uomo, che ha creato, mediante i segni sensibili del suo amore.

Egli si rivela a uomini privilegiati che assicura della sua presenza per liberare il suo popolo. A questo popolo svela il suo nome ed il suo significato. Eloquente è il nome del bambino del quale Isaia annunzia la nascita e dal qual dipende la salvezza del popolo. Emmanuel, cioè "Dio con noi". Dio si manifesta mediante segni diversi: con l’uragano, il tuono, il fuoco e il vento, la brezza leggera, la colonna di nube.

Dio vuole abitare con la discendenza di David. Con la sua venuta nella Vergine Maria, lo Spirito Santo realizza il dono promesso ad Israele: Gesù, il Signore, è il Figlio del Dio la cui presenza è rivelata ai piccoli; è il Verbo di Dio, venuto nella carne per rendere presente la gloria del Padre. Gesù è sempre presente nei poveri nei quali vuole essere servito; è in mezzo a coloro che portano la sua parola ed in cui vuole essere ascoltato; è in mezzo a coloro che si uniscono per pregare nel suo nome; vive in coloro che mangiano della sua carne e bevono del suo sangue. Questa presenza del Signore non sarà piena se non quando, risuscitati, saremo liberati dai nostri corpi mortali. Allora sarà perfetta la presenza in noi della Trinità santissima.

 

 

Buon Natale a tutti voi, con affetto

Emilio

 

 

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook 

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn…. 

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

I poveri del mondo


 

Ultimamente sono stati resi noti dalla Fao i dati riguardanti la fame nel mondo, che cresce sempre più…

Faccio una considerazione in merito, nel mondo di oggi c’è gente che spende e spande a più non posso risorse di ogni genere, senza la benchè minima preoccupazione di quel che accade altrove.

Nelle parti più povere del mondo ci sono persone molto meno fortunate e che non riescono a "Sopravvivere". C’è gente che guadagna miliardi, come: politici, calciatori, imprenditori ecc…, vive nel benessere, e nella maggior parte dei casi non si interessa di questo problema. Putroppo in questo mondo non c’è giustizia, chi è nato povero, molto spesso anzi quasi sempre morirà povero. Il Natale è alle porte, ci sono grandi preparativi per festeggiarlo, cenoni, tavolate… la gente è pronta a festeggiarlo. Ma che Natale sarà in queste Nazioni ? Molti si abbufferanno… Chi lo farà pensasse a chi non ha neanche un pezzo di pane da mangiare e se ce l’ha deve dividerlo con gli altri! Chi vuol intendere…

In questo momento nel mondo ci sono 854 milioni di persone che ogni giorno non hanno abbastanza da mangiare. Poco meno di un miliardo di esseri umani che non hanno cibo sufficiente, e che in questo modo muiono. Nel 1996 ben 185 capi di stato e di governo firmarono la dichierazione di Roma, che li impegnava a dimezzare il numero di persone malnutrite entro il 2015 e portarlo a 412 milioni. A 10 anni di distanza non c’è stato nessun progresso, eppure il mondo di oggi è più ricco di quello allora e le risorse alimentari sono più abbondanti. Come mai nessun progresso e aiuto? Semplice, manca la volontà politica di mobilitare queste risorse a favore degli affamati. Infatti invece che diminuire, il numero degli affamati aumenta di 4 milioni l’anno, i paesi poveri sono persino aumentati. Per onorare l’accordo del 1996 si dovrebbe invece ridurre il numero di malnutriti di 31 milioni l’anno da oggi fino al 2015. 

La constatazione di questo fallimento arriva dal rapporto annuale dela Fao (l’agenzia delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) sull’insicurezza alimentare. E’ l’America Latina ad avere avuto i maggiori successi nella lotta alla fame, passando da un tasso di malnutrizione del 13% al 10%. Grande eccezzione il Venezuela dove gli affamati, sono cresciuti dall’11% al 18%. Ottimi risultati per il gigante Cina, dove c’è stato un calo dal 16% al 12% Il continente più affamato rimane invece l’Africa. Gravissima la situazione, sopratutto in quella centrale, dove le guerre civili e le carestie hanno fatto salire la percentuale dal 20% al 36 – 56%. Significa che un abitante su due non riesce a fare due pasti completi al giorno. In particolare i malnutriti aumentano nella Repubblica democratica del Congo (dal 31% al 72%), in Eritrea (dal 68% al 73%) e nel Burundi (dal 48% al 67%).

 

Link utili: Terre des hommesAmrefTelefoodShopmon

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn…. 

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

Festa dell’immacolata

8 Dicembre

Festa dell’immacolata

Alla fine il mio cuore trionferà. E’ il messaggio della Madonna di Fatima, in continuità con quello di Lourdes, un forte richiamo alla preghiera e alla "conversione". Sia Fatima che Lourdes si apprestano a celebrare significativi anniversari. Già quest’anno Fatima ha ricordato il 90° anniversario delle apparizioni dell’angelo ai tre pastorelli; ma l’anno prossimo, con l’inaugurazione della nuova basilica, sarà l’anno celebrativo delle apparizzioni della Madonna avvenute il 1917. Anche Lourdes ha già avviato il cammino di preparazione per celebrare i 150 anni delle apparizioni della vergine Benedetta. E’ interessante evidenziare come Lourdes e Fatima, oltre le date celebrative, sono soprattutto accomunate da un comune messaggio della Madonna: la Vergine si proclama Immacolata. La festività odierna, quella della Madonna Immacolata: ogni anno è nuova, ogni anno è bella, ogni anno ci invita a una meditazione traboccante. L’umanità colpita dal peccato originale, la storia drammatica che ne deriva per l’umanità peccatrice, il disegno divino della salvezza, che ha in Maria il punto immacolato di approdo sulla terra del Verbo di Dio che si fa Figlio dell’uomo. Pensiamo perciò specialmente allo splendore nascosto nell’umiltà del Vangelo, ma trasparente nella Donna immacolata, fra tutte benedetta, nel mistero dell’Incarnazione: quale sintesi di pedagogia umana, di bellezza spirituale, di bontà morale, di fortezza sovraumana e di santità cristiana. Maria, come diceva Sant’Ambrogio, è tipica, è esemplare per la Chiesa e per ogni essere umano.

 

 

 

Visitate il sito della mia amica Lamù 

Il sito di Lamù ^_^

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn…. 

 

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

Raggruppamenti forzati

 

 

Come tutti i sistemi operativi Windows Xp ha la "Barra delle applicazioni", quest’ultima serve per mostrare i vari programmi che noi utenti utilizziamo (immagine sotto).

 

 

Al contratio dei vecchi sistemi operativi quali: Windows 3.1/ 95 /98 / SE / 2000, notiamo che quando si aprono più programmi, Xp tende a raggruppare le icone, perchè ovviamente la "Barra delle applicazioni" non è lunga all’infinito e lo spazio è limitato, quindi Xp li raggruppa.

Questo significa che se apriamo due pagine distinte di Internet Explorer, o di altri programmi dobbiamo fare un clic in più per passare da un documento all’altro (immagine sotto).

 

 

Se l’opzione "Raggruppamento" non ci piace, possiamo disabilitarla. Come? Semplice!

Facciamo clic su con il tasto desto del mouse su "Start", ci appare un menu (immagine sotto) dal quale scegliamo la voce "Proprietà" 

 

Facendo ciò, entriamo nella scheda: "Proprietà della barra delle applicazioni"

In alto ci sono 2 voci: "Barra delle applicazioni" e "Menu di avvio", facciamo clic sulla prima voce e troveremo: "Aspetto della barra delle applicazioni", in questo elenco c’è l’opzione: "Raggruppa pulsanti", non ci resta che eliminare la spunta che c’è nella casella a lato e infine fare clic sul pulsante "Ok" (immagine sotto)

 

Ovviamente per rimettere le cose com’erano, basterà rimettere la spunta nella casella.

 

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

Vota questo blog cliccando sull’immagine di Scrat qui sotto, grazie ^_^ 

Clicca qui per votare, Grazie ^_^

  Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

  Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: