E io pago!

 

In Italia il problema del costo del carburante è una cosa risaputa, riporto i dati citati recentemente da Panorama

 

E io pago!

Tra il 2002 e il 2007 l’aumento del prezzo del petrolio ha fruttato alle casse dello Stato 11,7 miliardi di euro in più grazie al maggiore gettito fiscale. In base ai calcoli del centro studi Sintesi di Panorama, 6,4 miliardi di euro in più sono arrivati dai balzelli sulla benzina, 4,8 miliardi di euro da quelli sul gasolio e 501 milioni dal gasolio da riscaldamento. Rispetto al 2001, quando i prezzi dei carburanti erano più bassi degli attuali.

Nel territorio italiano, sull’acquisto dei carburanti gravano un insieme di accise, istituite nel corso degli anni allo scopo di finanziare diverse emergenze. Alcune di esse, però, risultano talmente anacronistiche (la meno recente prevede tuttora il finanziamento della guerra di Etiopia del 1935) da suscitare non poche polemiche a riguardo.

 

.

Ecco l’elenco completo delle Accise

1,90 lire per il finanziamento della guerra di Etiopia del 1935;

14 lire per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;

10 lire per il finanziamento del disastro del Vajont del 1963;

10 lire per il finanziamento dell’alluvione di Firenze del 1966;

10 lire per il finanziamento del terremoto del Belice del 1968;

99 lire per il finanziamento del terremoto del Friuli del 1976;

75 lire per il finanziamento del terremoto dell’Irpinia del 1980;

205 lire per il finanziamento della guerra del Libano del 1983;

22 lire per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;

39 lire per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.

 

 Oggi lo Stato guadagna (tramite iva e accise) 8,4 centesimi in più su ogni litro di benzina, 9,5 su ogni litro di gasolio auto e 6,7 su ogni litro di gasolio da riscaldamento.

Anche se queste tasse sono ingiuste e obsolete, credo che non saranno mai eliminate.

Vignetta di Michele Cavaliere

Mi sa che mi faccio un giro in bici và 

Buona giornata

, ,

        Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

Annunci

La Pasqua alle porte

 

Ho ricevuto il premio 10 e lode, per sapere di cosa si tratta leggete la fine di quest’intervento.

La Pasqua alle porte

Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risuscitato. Le parole pronunciate da due uomini alle donne il mattino di Pasqua sono rivolte proprio a ciascuno di noi. Come loro, anche noi, ogni domenica – "primo giorno dopo il sabato" –  ci rechiamo in chiesa, portando con noi attese e speranze, sofferenze e delusioni, amarezze e gioie…che sono cose preziose per il nostro vivere quotidiano. Ovviamente mi riferisco a chi va in Chiesa, purtroppo in molti non vanno.

Gesù Cristo è venuto in mezzo a noi come il liberatore e il salvatore. Certo, per convincerci di questo ha accettato volontariamente e liberamente ogni genere di dramma umano fino ad essere distrutto su una croce. Per liberarci si è messo dalla parte dell’oppresso, del sofferente, dello schiavizzato. Lui stesso è diventato povero, reietto dagli uomini, disprezzato e non amato, per immetterci su una nuova strada che attraverso la croce conduce alla certezza della risurrezione.

Sentiero difficile, assurdo per i più, incomprensibile per chi segue la logica del tornaconto e del risultato immediato. Per salvare ogni persona, egli se ne è fatto carico. Un vero cristiano, se vuole arrivare alla liberazione di sé e degli altri, deve farsi carico del peso di chi piange, di chi è disperato, di chi non sa più come risolvere i problemi e spesso ricorre, purtroppo, a estremi rimedi. Quando ascoltiamo notizie tragiche in televisione o le leggiamo sui giornali, facciamo lo sforzo di metterci nel cuore di chi è stato colpito dal dolore, assumiamo, come se facesse parte di noi stessi, la misera condizione di chi ha operato la violenza contro qualcuno, tentiamo di entrare nel mistero drammatico dell’uccisione e dell’ucciso per assumerci anche le nostre responsabilità. Spesso la nostra pigrizia o il nostro egoismo, hanno provocato certe reazioni inconsulte e l’esasperazione degli animi. I nostri silenzi colpevoli hanno permesso l’uccisione dell’innocente o la disperazione di chi si sarebbe potuto salvare con un gesto di amore, di solidarietà o di sincero perdono. 

Mentre in questi giorni meditiamo il grande mistero della sofferenza umana contemplandola nel Crocifisso, ricordiamoci che per risorgere in Cristo e vivere la sua vita per sempre, dobbiamo sentirci responsabili della vita di ogni persona con cui condividiamo questa esperienza terrena. 

Tutti sono importanti, nemici ed amici, perché prima di tutto sono persone per cui Dio stesso ha compromesso se stesso fino alla morte. Perciò dite ad ogni persona con cui siete in contatto, di qualunque religione o cultura sia, ditele che l’amate e che vi importa di loro, che sono speciali e importanti. In uno dei suoi insegnamenti Gesù disse: "Amatevi gli uni gli altri come io vi ho amati", i nostri giorni non devono essere solo una luce lieve, bensì una fiamma che arde e consuma l’egoismo, che spesso ci rende ciechi. Gesù ci ha amati fino alla fine, fino al limite stesso dell’amore: la croce.

Amare deve essere normale come vivere e respirare, giorno dopo giorno fino all’ultimo giorno della nostra vita terrena.


Buona Pasqua a tutti

Emilio

, , ,

        Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

 

.

10 E Lode

Ho ricevuto il premio 10 e lode da due mie care amiche Angela e Arwen 

Questo riconoscimento premia in primo luogo la persona e non il blog, quindi vale molto di più, di altri premi. Le motivazioni per questo premio sono le seguenti: 

La motivazione di Angela

Grande persona, grande amico, che devo ringraziare per la pazienza e sopratutto per avermi fatto conoscere una persona grande e dolce come te, la nostra Caterina.

La motivazione di Arwen

Sei un carissimo amico! Uno dei migliori, sempre dolce, gentile e disponibile! Sei un genio del web!
Sei un tesoro

La mia motivazione

Volendo posso girare questo premio a chi desidero, ma non sarebbe giusto nei confronti di altri, perché non lo riceverebbero. Quindi il premio 10 e lode lo regalo a tutti quelli che mi seguono da tempo, che hanno il piacere di entrare in questo spazio "volontariamente", e lasciano tra i commenti anche solo un semplice saluto.

 Perché hanno la pazienza di leggere tutto quel che scrivo – pensandoci bene scrivo troppo – e ci sono nonostante i loro impegni nella realtà di ogni giorno. 

10 E Lode a tutti voi

Emilio

Ps: chi vuol partecipare alla diffusione di tale premio può leggere il regolamento andando qui

 

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

Sky Drive

Attenzione: I Blog Live non esistono più, ma questa guida su Sky Drive è ancora buona per chi vuole imparare il suo utilizzo perchè quest’ultimo può essere utilizzato da chi ha un profilo msn.

Dopo gli ultimi aggiornamenti dei blog live c’è un nuovo servizio disponibile, si chiama Sky Drive. Un Disco virtuale su cui poter archiviare e condividere i nostri file. Vediamo di cosa si tratta.

 

Sky Drive

Recentemente ci sono stati nuovi aggiornamenti di questi spazi, tra i vari cambiamenti, spicca il nuovo servizio chiamato: “Sky Drive”, che permette a tutti i proprietari di un blog Msn l’archiviazione e la condivisione di 5Gb di File.

Entrando nella pagina delle Modifiche possiamo notare la voce “Sky Drive” in alto a destra, posizioniamoci su con la freccia del mouse – che diventerà una mano – e facciamo clik

Si aprirà una nuova pagina nella quale si specifica che i file inviati saranno protetti da password. Possiamo creare un archivio di file personali, creare delle cartelle da poter condividere con i nostri amici o con tutti quelli che arrivano al nostro spazio.

Più in basso troviamo un tasto con la scritta: “Inizia subito” e sotto la scritta “Ulteriori informazioni”, non ci resta che fare click su quest’ultima voce. Apriremo una nuova pagina nella quale è spiegato in
modo più dettagliato il servizio offerto. Comunque la cosa più importante è che è totalmente gratuito.

Ora non ci resta che fare click sul tasto “Inizia subito, e reinserire la password che utilizziamo per entrare nelle modifiche del nostro blog, per una questione di ulteriore sicurezza.

Infine ci sarà una scheda riassuntiva che ci dice:

Il tuo nome utente è mail@hotmail.it e la tua password rimane invariata

Ovviamente verrà riportata la nostra mail quella che ho scritto è solo un esempio

Ora non ci resta che fare click sul tasto in basso “Accetta”. Adesso possiamo creare

– Cartelle private [con dati personali]; – Cartelle condivise [con chi vogliamo]; 

– Cartelle pubbliche [visibili da tutti gli utenti di internet].

Tra le cartelle private sono già presenti quattro cartelle: Documenti – Immagini – Musica – Video, quindi se vogliamo archiviare delle foto utilizziamo la cartella “Immagini” cliccandoci su.

Possiamo notare che l’icona è una cartella aperta con il lucchetto, quest’ultimo indica che la cartella è protetta.

Ovviamente la cartella è vuota, per aggiungere le foto facciamo click sul simbolo ora abbiamo
due modi per fare
“l’Upload” [Invio] delle foto. Nel primo caso possiamo scaricare sul nostro pc un programmino simile a quello che serve per inviare immagini e creare gli album del blog, mentre se non vogliamo scaricare nulla utilizziamo la seconda opzione. Personalmente consiglio quest’ultima – meno invasiva dell’altra – perché non installeremo nulla.

Facciamo click sul tasto “Sfoglia”, e poi cerchiamo l’immagine da inviare nel nostro computer

trovata la cartella la apriamo, e in un punto vuoto facciamo click con il tasto destro del mouse, dal menu che compare scegliamo “Visualizza” e poi “Anteprima”

Questo per facilitare la ricerca dell’immagine, vedendone la miniatura

ora non ci resta che fare click due volte sull’immagine da inviare, poi facciamo lo stesso fino a un massimo di 5 immagini per volta. Infine facciamo click sul tasto “Carica” presente in basso a destra. Non ci resta che aspettare che l’invio sia terminato e ci comparirà questo avviso.

 

Possiamo notare che a destra della pagina viene indicato lo spazio totale occupato da tutti i file presenti nelle cartelle.

In seguito vediamo una scheda riassuntiva

Come detto il file in una pagina protetta, si capisce dalla voce “Indirizzo web”, infatti il link inizia con “https”
e non “http”
Questo succede anche quando facciamo operazioni on line sul sito della nostra banca o
della posta, le pagine sono codificate e l’indirizzo web inizia con
https.

Ora spostiamo la nostra attenzione nella parte sopra i tasti: Apri, Download ecc… vediamo questo percorso

 

per tornare indietro facciamo clik sul nome della cartella: “Immagini”

Ora troveremo tre pulsanti, con i primi due possiamo aggiungere un’altro file o creare una nuova cartella, l’ultimo serve per modificare le opzioni della cartella in cui ci troviamo, se facciamo clik su quest’ultima.

Si aprirà una nuova pagina con altre voci, tra le quali “Modifica autorizzazioni”, se ci clicchiamo su

Possiamo decidere noi chi autorizzare a visualizzare il contenuto della cartella

dopo aver deciso, facciamo clik su tasto “Salva” in basso a destra.

Nb: La cartella è “Privata”, se modifichiamo questo voce non lo sarà più, quindi se vogliamo condividere delle cose con i nostri amici è bene utilizzare una o più cartelle condivise.

 

Creare una
cartella condivisa

 

Adesso vediamo come creare una cartella condivisa, facciamo click su “Sky Drive” in alto a sinistra, nella pagina che si aprirà vedremo la voce: “Cartelle condivise”

facciamo click sulla voce “Crea una cartella da condividere con gli amici”, diamo un nome alla cartella, infine controlliamo le varie opzioni in basso che sono:

– Tutti gli utenti di internet [chiunque può visualizzare i file presenti, ma non può modificare nulla];

– Gli utenti che vogliamo noi – mettiamo la spunta a ogni persona presente nella lista contatti – e scegliamo se possono essere solo “Lettori” o “Editor” dal piccolo menù a fianco al contatto.

Chi ha autorizzazione come Lettore non può modificare i file, mentre chi è Editor può anche aggiungere file, modificarli e eliminarli. Se conosciamo anche la mail di un’altra persona che non è presente nella lista, la aggiungiamo nel campo più in basso.

Scegliendo la seconda voce – Tutti gli utenti da me scelti – tutti i contatti riceveranno una mail con il collegamento alla cartella condivisa.

– Per ultima c’è la voce “Soltanto io” ma non avrebbe senso aver creato una cartella condivisa, questa voce è
inutile
.

Dopo aver fatto le nostre scelte facciamo click sul tasto “Crea”.

Importante:
possiamo condividere queste cartelle solo con i nostri contatti Messenger

 

Creare una
cartella pubblica

Infine se vogliamo creare una cartella pubblica facciamo click sulla solita scritta: “Sky Drive”, nell’elenco scegliamo l’ultima voce in basso: “Cartelle pubbliche”, possiamo vedere che esiste già una cartella chiamata “Pubblica”

Possiamo aggiungere file alla cartella già esistente, cliccando su è poi aggiungendo i file come già descritto in precedenza. Mentre se facciamo clik sul simbolo a lato  con la scritta “Aggiungi file” si aprirà un’altra finestra dove ci viene chiesto se archiviare i file nella cartella già esistente o crearne una nuova.

Se entriamo nella cartella presente, possiamo notare due voci diverse: “Invia collegamento “ e “Incorpora”


La prima serve per inviare il link alla cartella tramite mail [Infatti se ci clicchiamo su verrà aperto in automatico Outlook express]; 

– La seconda ha la stessa funzione dei video che vengono incorporati negli interventi, cliccandoci
su si apre un’altra pagina, in basso alla quale c’è un codice Html che possiamo copiare e incollare nel nostro blog o sito.

Incorporando il codice per in un intervento del nostro blog verrà visualizzata un’icona che consente alle persone di aprire e visualizzare cartella dalla pagina in questione, non ci resta che sceglierne l’aspetto.

dopo
facciamo click su
“Torna alla cartella”.

Importante:
Nelle cartelle possiamo mettere tutto quello che ci pare ma dobbiamo fare attenzione sempre al Copyright

Bene credo di essermi dilungato abbastanza

 Buona giornata a tutti

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: