L’anno che verrà

Ecco, un’altro anno se ne va e ne arriva un’altro. Dicono che sia l’ultimo, ma non pensiamoci, cerchiamo di essere sereni, godiamoci questi giorni di feste, che molti amano, ma in diversi non vedono l’ora che giungano alla fine.
Auguriamoci che il nuovo anno possa risolvere tante problematiche – o almeno parte di esse – di questo mondo.
Che ci sia almeno una luce in lontananza che si accenda alimentando un barlume di speranza per un futuro diverso per tante famiglie, chi soffre, chi non ha nulla, chi non riesce ad arrivare a fine mese, chi non ha un lavoro, chi è precario, chi è malato…
Insomma magari il prossimo anno le cose cambieranno, pensiamo positivo, forse solo in questo modo riusciremo ad andare avanti.
Buon anno allora, vi auguro tutto il bene del mondo, e tanta ma tanta salute.
Un abbraccio a tutti, Emilio
Una vignetta di Peanuts con il mitico Snoopy
Annunci

Regali di Natale

Ma quanti doni porterà quest’anno Babbo Natale? [Facciamo finta di crederci per un attimo 🙂 ]
Il 90% delle cose regalate sarà tecnologico, questa è la conferma che i cari e vecchi giocattoli di un tempo sono ormai fuori moda…
La tecnologia avrà la meglio, Playstation3 , Wii e affini sono l’oggetto dei desideri di molti…
Lo dice anche una recente indagine della Confesercenti-Swg, anche quest’anno  gli Italiani spenderanno in primis per il cibo, subito seguito dai regali tecnologici.
Il settore dell’Hi-tech continua a svilupparsi e a coinvolgere persone di ogni età.
Ma c’è qualcuno che con la teconologia non va daccordo 😀

Non mi resta che augurarvi Buon Natale, che possiate trascorrere delle giornate serene con i vostri cari, regalo tecnologico o no. (Vignetta di Lele Corvi)

Donazione a favore dell’Unitalsi Sottosezione di Bari

Come ben sapete il sottoscritto nel tempo libero fa volontariato.
Da fine 2009 faccio parte dell’Unitalsi che oltre al pellegrinaggio a Lourdes organizza vari appuntamenti mensili sempre con i disabili.
L’azienda per la quale lavoro da diversi anni chiede ai suoi dipendenti di impegnarsi nel sociale, collaborando con associazioni No Profit e utilizzando magari il fine settimana per fare delle ore di volontariato a favore di un’associazione che ha bisogno di aiuto.
Quando è stato reso noto alla sede Milanese il fatto che io faccio già volontariato per i fatti miei tramite l’Unitalsi, mi è stato chiesto di mandare ogni tanto un’elenco degli eventi a cui partecipo mensilmente. Naturalmente faccio molte ore di volontariato rispetto a altri miei colleghi, ho fatto così tante ore di volontariato che l’azienda ha chiesto a  Unitalsi di presentare un progetto che poi sarebbe stato esaminato per una possibile donazione. Tale donazione può essere utilizzata per il progetto stesso.
Per farla breve il progetto è stato accettato e Unitalsi ha ricevuto una cifra non di poco conto per l’acquisto di un nuovo Pulmino!
Il giorno 13/12 io, il vice presidente e una delle responsabili ci siamo recasti a Milano per partecipare a una cerimonia di premiazione alla quale erano presenti anche altre cinque associazioni No profit.
Adesso Unitalsi riuscirà a acquistare un pulmino nuovo per aiutare – chi è impossibilitato a muoversi – a partecipare ai vari appuntamenti che vengono organizzati mensilmente, ogni tanto ci sono anche queste belle notizie.

VI Mercatino dell’usato Unitalsi Bari

Dopo averci perso una giornata intera eccola la mia prima locandina per l’associazione di volontariato di cui faccio parte.
Come consuetudine riproponiamo il mercatino dell’usato giunto alla VI Edizione che questa volta durerà ben due giorni nei quali speriamo di vendere a poco prezzo tutto ciò che ci viene donato da chi vuol disfarsi di cose usate ma ancora in buone condizioni. Il tutto poi viene controllato e in diversi casi rimesso a nuovo, per poi esser venduto a questo mercatino.
Ricordo che il ricavato verrà utilizzato per il sostentamento dell’associazione stessa che essendo Onlus senza queste manifestazioni non avrebbe modo di sopravvivere.
Questo è un’invito a tutti per venirci a trovare, Natale è alle porte, è un’occasione per trovare un regalo a cui non avevamo pensato.
Chi è di Bari ma anche della provincia può condividere questo post, magari su Facebook o altri Social Network.
Grazie di cuore, Emilio

Il ritorno dei Muppet

Ve li ricordate i pupazzi creati da Jim Henson negli anni 70-80? Bene, casualmente ho scoperto che Pixar e Disney hanno creato un nuovo film che in America ha fatto il suo debutto a Novembre scorso.
Ricordo con nostalgia le puntate del Muppet Show e i simpatici vecchietti che criticavano gli artisti e i  pupazzi (lo erano anche loro) che si esibivano sul palco, il batterista Animal (un pazzo con 2 bacchette in mano), l’extraterrestre Gonzo e la rana che presentava lo Show Kermit.
I Muppet sono una parte importante dell’adolescenza di tantissime persone, con molte cose cose semplici, i pupazzi avevano una propria personalità anche grazie alle doti comiche dei doppiatori, ora invece i ragazzi di oggi crescono con altre regole e miti, sicuramente era meglio prima. Ma si sa ogni generazione ha i suoi ricordi e li porta nel cuore.

L’elettricità e la nostra vita

Avete mai pensato a cosa sarebbe la nostra esistenza senza l’elettricità?
Bè io ultimamente ci ho riflettuto, quando un paio di settimane fa una copiosa pioggia si è infiltrata nelle cabine elettriche della ditta in cui lavoro, il giorno successivo la corrente ovviamente non c’era….
In un sol colpo non si poteva fare nulla, tutto ciò che il giorno prima era utile e utilizzabile il giorno successivo era inutile e inanimato.
Cosa sarebbe la nostra vita senza l’elettricità?
Si ritornerebbe a vivere come all’età della pietra…non si potrebbe utilizzare il computer, le banche andrebbero in tilt, come anche gli uffici pubblici. Praticamente tutto sarebbe riportato indietro di secoli.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: