Test: Quale tipo di ladro saresti?


Ecco un nuovo test che pubblico in questo spazio [è il decimo] la lista degli altri già presenti la trovate in basso.

Attenzione, conta la maggioranza di risposte A, B, C per poi leggere il profilo corrispondente

Test: Quale tipo di ladro saresti?

1 – Concentrati bene e prova ad immaginare, secondo te, quando una persona ruba prova:

A. Piacere (A);
B. Vergogna (B);

C. Non prova nula, ma “trova” sempre qualcosa (C)

2 – Prova a vederti nei panni di un ladro. Quale sarebbe per te il momento migliore per rubare?

A. La notte (A);

B. Ferragosto (C);

C. Quando capita (B)

3 – Completa una frase che segue con il finale che ritieni più adatto: “Un uomo che ruba…”:

A. “Avrà avuto dei motivi gravi (A);

B. “Va punito” (B);

C. “Si arricchisce” (C);

4 – Quale tra i proverbi che seguono ti sembra più affine al tuo modo di pensare?

A. Chi lavora fa la gobba e chi ruba fa la “robba” (A);

B. Chi si attacca al poco non avrà scrupoli a rubare il molto (C);

C. Chi ruba per altri, è impiccato per sè (B)

5 – Trovi un portafoglio, senza documenti, davanti al supermercato. Cosa fai?

A. Lo porti alle casse facendo presente che qualcuno deve averlo perso (A);

B. Lo infili in tasca rapidamente (C);
C. Usi il contenuto per fare l’elemosina (B)

6 – Se dovessi scegliere, cosa vorresti rubare?

A. I soldi delle tasse a chi le ha evase (B);
B. La “numero uno” di zio Paperone (A);

C. Una macchina in seconda fila con il motore acceso (C)

7 -Dai modi di dire passiamo alle canzoni, ovviamente in tema. Scegli quella che ti piace di più tra quelle indicate:A. “Ladri di biciclette” Paolo Belli [Siamo La La dri di biciclette, Siamo La La Là e siamo qua, Ci piace Ri Ri ridere e rubare, Ladri si si si ma per suonare] (C);

B. “Quelli che ben pensano” di Frankie Hi-Ngr [….nella logica del gioco la sola regola è esser scaltro: niente scrupoli o rispetto per i propri simili perché gli ultimi se i primi sono irraggiungibili] (A);

C. “In questo mondo di ladri” di Antonello Venditti [“in questo mondo di debiti viviamo solo di scandali e ci sposiamo le vergini”] (B)

Risultati

Profilo A

Se fossi un ladro saresti come Diabolik: elegante, attento taciturno e amante del lusso. Sai che “l’occasione fa l’uomo ladro”, ma anche che un piano studiato nei minimi dettagli fa di un truffatore un artista. Niente furti da poco per te, solo sfide che richiedono grande impegno e diano ancora più grandi soddisfazioni. Nel quotidiano, stimi l’astuzia, tanto che di fronte ad un bel piano speri quasi che il criminale la faccia franca. Attento a non passare realmente dalla parte dei cattivi.

Profilo B

Il tuo modello di ladro è Robin Hood che ruba ai ricchi per dare ai poveri. Dietro ogni furto, truffa o rapina, chiunque sia stato a commetterla, cerchi una motivazione più profonda che possa in qualche modo, se non giustificare quanto commesso, almeno mitigare la condanna. Ruberesti solo se fosse per una buona causa. Ricorda, è facile farsi prendere la mano e aumentare il numero delle cause “buone”: il primo passo è proprio non riconoscere un crimine quando lo si ha di fronte.

Profilo C

Il mondo delle truffe non fa per te: saresti come Totò ne “I soliti ignoti” o
“Tototruffa 69”, buono per ridere ma non per “guadagnare”. Ogni tanto ti capita di fantasticare su come su come sarebbe essere un ladro tanto scaltro da prendere ciò che vuole senza badare alla morale, ma sai di non poterlo fare. Non si tratta di etica – non solo, almeno – ma di incapacità. Se tu fossi l’autore di un furto, probabilmente, per distrazione, finiresti a vantarti dell’impresa in un bar pieno di poliziotti. Meglio così.

Il mio risultato è B, sarò un discendente di Robin Hood??

E il vostro risultato qual è??

Mi raccomando, scrivetelo nei commenti

Buona giornata a tutti

Annunci

Felici per i soldi? Certo, se gli altri ci invidiano

.

Felici per i soldi? Certo, se gli altri ci invidiano

 

I soldi non fanno la felicità ma suscitano di sicuro invidia di chi ne ha meno. 

E’ quanto si evince da uno studio secondo cui non sono i soldi guadagnati di per se a renderci felici, bensì il nostro status rispetto a chi ci sta vicino. A conferma del fatto che si è più felici se l’erba del vicino è meno verde della nostra. 

Secondo quanto dimostrato da un’indagine pubblicata sulla rivista Psychological Science, solo se guadagniamo più soldi dei nostri amici e colleghi siamo veramente soddisfatti. Lo studio è stato diretto dal ricercatore Chris Boyce dell’università di Warwick. "Guadagnare un milione di sterline in un anno – ha spiegato Boyce – non è abbastanza per farti felice se sai che i tuoi amici ne guadagnano due".

Quindi non è importante guadagnare tanto ma guadagnare più degli altri.

I ricercatori hanno esaminato i dati del sondaggio "British Household Panel Survey", per vedere il grado di soddisfazione personale sulla propria ricchezza ed è emerso che non è la ricchezza in sé ad essere importante per farci felice, ma lo status che questa ci conferisce rispetto alle persone che ci circondano

 

Quindi non importa guadagnare abbastanza, ma guadagnare più degli altri..

 Certo i soldi servono sempre, ma personalmente credo che la salute è la cosa più importante, anche se pensandoci bene chi ha la salute suscita l’invidia di chi non ne ha.

Buona giornata 

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

, 

         Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

Miglior Blog Bookmark and Share

ùVi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Page copy protected against web site content infringement by Copyscape

E’ vietata la pubblicazione dei contenuti di questo blog in altri siti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: