A che velocità vai?


Ecco un nuovo test che pubblico in questo spazio [è l’ottavo] la lista degli altri già presenti la trovate in basso.

Siete dei jogger, dei centometristi o persone che bruciano le partenze?

Con questo test capirete qual è il vostro vero ritmo.

A che velocità vai?

1 – Il seminario è modesto, ma il tuo cervello gira a tutto ritmo per…

A. Fare una domanda provocatoria [Vai alla domanda 12];

B. ripassare l’agenda della settimana [Vai alla domanda 11]

2 – Quando in tv parte la pubblicità?

A. Fai zapping forsennato [Vai alla domanda 4];

B. Fai la pausa stuzzichino [Vai alla domanda 5]

3 – Il vantaggio del trapezista è:

A. Provare l’ebbrezza del volo [Vai alla domanda 6];

B. Poter continuare sulla sua solida presa [Vai alla 4]

 4 – Definiresti la pazienza:A. “La goccia che scava la pietra” (Lucrezio) [Vai alla domanda 7];

B. “Quella mescolanza di coraggio e pavidità Fisica” (Thomas Hardy) [Vai alla domanda 8]

5 – Il tuo complimento preferito è:

A. Con te non ci si annoia mai [Vai alla domanda 6];

B. Di te ci si può sempre fidare [Vai alla domanda 5]

6 – Quando sei costretta a fermarti ti prude di più

A. La testa [Vai alla domanda 9];

B. Il piede [Vai alla domanda 8]

 7- A tuo parere, lamentarsi è:

A. Un buon sistema per scaricare la tensione [Risultato B];

B. Un ottimo sistema per scaricare la responsabilità [Risultato C]

8 – Meno due ore dall’incontro cruciale. Pensi:

A. Meglio darsi una mossa [Vai alla domanda 12];

B. Meglio darsi una calmata [Vai alla domanda 10]

9 – Il tuo grillo parlante ti sussurra:

A. Ogni cosa a suo tempo [vai alla domanda 2]; 

B. Il tempo è denaro [vai alla domanda 3]

10 – Lui/Lei è libero/a affascinate ti corteggia, ma non arriva al dunque. Pensi:

A. Fare una domanda provocatoria [Risultato A];

B. Non c’è rosa senza spine! [Risultato B]

11 – La tua frase cult:

A. “Se sei lì prima che finisca, arrivi in tempo” (James J.Walker) [Risultato A];

B. “Se avessi saputo che sarei vissuto così a lungo avrei avuto più cura di me” (Laon Eldred) [Risultato C]

 12 – Preferisci: A. Il forno a microonde [Vai alla domanda 10];

B. Il navigatore satellitare [Vai alla domanda 11]

Risultati
Profilo A – Velocità di crociera: 60 km/h

Il leitmotiv “Chi va piano va sano e va lontano”, unito alla tua naturale pigrizia, ti fanno muovere a velocità controllata. Sei lento/a costante e persino un po’ “Scomodo/a”, specie nelle ore di punta, ma ti prendi il tempo, e la libertà, di guardarti intorno con calma. Ogni tanto qualcuno ti alita sul collo, ma non ti scomponi. Il guaio è che, se hai deciso di fare a modo tuo, farti cambiare idea è come spostare una montagna!

Profilo B – Max consentita: 130 km/h

Ingegnoso/a e meditatrice, vai veloce quanto basta per completare quasi tutto ciò che gli altri ti chiedono. Con un occhio attento al flusso di informazioni che arrivano da fuori e l’altro sintonizzato sulle tue impressioni personali, compi il miracolo di stare al passo con i tempi senza rinunciare a momenti d’inviolabile privacy. Pochi, però, si rendono conto dell’oliata organizzazione che richiede la tua guida. Forse neppure tu.

Profilo C – Oltre il limite: 200 km/h

Come un pilota di formula uno, reagisci con tempismo e padronanza di mezzi alle sollecitazioni della vita moderna. Hai sempre un piano B nel cassetto e una passione per le avventure che corrono sul filo del rasoio. Ma sai adattarti con apparente noncuranza alle richieste di chi ti considera un animale da corsa, grazie alla soglia elevata di sopportazione dello stress. Finché reggi… Ma frenare, si sa, non è il tuo forte!

Il mio risultato è C

Il vostro scrivetelo nei commenti

 Buona giornata a tutti

Sciopero: un silenzio di protesta

L’informazione viaggia sulla rete, e la rete oltre ai media come giornali e tv é fatta in maggioranza dal popolo dei blogger.
Il famigerato DDL intercettazioni con il suo carico di disposizioni “ammazza internet” che minacciano di “chiudere per rettifica” la Rete è approdato all’esame del Senato e, tra il 13 ed il 14 luglio potrebbe diventare legge.
Oggi 14 Luglio tutti i blogger che vogliono protestare e aderire possono farlo pubblicando il logo qui sotto.

Ragazzi alziamo la voce che siamo in tanti!
http://dirittoallarete.ning.com/

Considerazioni di un pellegrinaggio

.

Eccomi, con un po’ di ritardo ad aggiornare questo spazio. Sinceramente ho avuto da fare ma adesso finalmente sono qui davanti al monitor per fare delle valutazioni sul pellegrinaggio da poco terminato.

 

Considerazioni di un pellegrinaggio.

 La differenza tra un pellegrinaggio fatto come Pellegrino e quello fatto da volontario è notevole. Il Pellegrino ha molto più tempo per girare e muoversi. Mentre chi fa volontariato deve attenersi a orari e turni assegnatogli e rispettarli. Sia sul treno che quando si è arrivati a destinazione c’è sempre qualcosa da fare. 

Sul treno avevo il compito della distribuzione viveri, prima veniva distribuita la colazione, verso le 11.00 l’acqua, e poi il pranzo. Lo stesso accadeva nel pomeriggio prima l’acqua poi la cena. Avevo una bandana e i guanti per questioni di igiene. Tutto questo dal vagone 6 (il mio) al vagone 11.

Nel treno bianco c’è la cucina, la cappella e la radio. Queste tre cose vengono montate prima di partire e nel viaggio di ritorno quando si è quasi giunti a destinazione vengono smontate. Con altri due volontari all’andata e al ritorno ho montato e smontato tutti i cavi e le casse della radio che sono collocati in ogni vagone del treno.

Giunti a destinazione alla stazione di Lourdes ci attendevano tanti pullman ognuno dei quali aveva il compito di portare volontari e pellegrini ai vari alberghi. 

La mia giornata tipo era questa, mi svegliavo alle 5 di mattina, poi una doccia veloce e scendevo in albergo per fare colazione (sempre velocemente) poi correvo al Salus per prestare servizio.

Ma cos’è il Salus? Il Salus è una struttura di 11 piani di proprietà dell’U.N.I.T.A.L.S.I., dove vengono alloggiati i malati con problemi più o meno gravi, io prestavo servizio al secondo piano. 

Una volta arrivati al Salus bisognava portare i malati a fare colazione, e dopo recarsi al piano -0 per partecipare alle varie funzioni previste. Dopo aver partecipato alle funzioni mattutine riportavamo tutti i malati nuovamente al Salus per il pranzo. In seguito io correvo in albergo per pranzare, e dopo ritornavo al Salus per dare una mano. 

Insomma ogni giorno più o meno c’era questo fuggi fuggi continuo, ma ne è valsa la pena. Più passa il tempo è più mi rendo conto di quanto è bello e importante fare volontariato, certo ci siamo stancati molto un po’ tutti, pensate l’ultimo giorno prima di partire io e altri 4 volontari abbiamo fatto la notte al piano 2 del Salus e il giorno dopo dovevamo partire, quindi pochissimo riposo.

Fare queste esperienze riempie il cuore di gioia e unisce la gente trasformando tutti in una grande famiglia, in fondo siamo tutti fratelli e sorelle.

  http://www.fileden.com/files/2007/1/14/639843/mas.swf

La grotta di Massabielle – Lourdes

Buona giornata a tutti

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

,  , , Solidarietà

         Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

Bookmark and Share

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Page copy protected against web site content infringement by Copyscape

E’ vietata la pubblicazione dei contenuti di questo blog in altri siti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: