Il Corteo Storico di Sant’Antonio

L’anno scorso sentii dire che a Bari il giorno precedente alla festa di Sant’Antonio veniva fatto un Corteo Storico, quest’ultimo era giunto alla 16ma Edizione. Curioso andai a vederlo e feci diverse foto e un video.
Quest’anno sono ritornato per vederlo ancora, però al contrario dell’anno precedente l’ho seguito sono in parte e non per tutto il percorso che fa.
Tornato a casa ho montato i vari video e realizzato un filmato che vi lascio qui sotto per rendevi partecipe e farvi assaporare in parte questa festa.
Buona visione a tutti quelli avranno la voglia e il tempo di vederlo. 😉

Gratta, vinci e Qrcode

Ogni tanto mi capita di essere contattato per fare delle ricerche di mercato su vari prodotti che devono essere messi in vendita, l’altro giorno l’intervista era sui gratta e vinci. 
In pratica vogliono lanciare sul mercato una nuova concezione di gratta e vinci, infatti oltre ai tradizionali biglietti in cui si gratta troveremo un codice che possiamo scansionare – con il nostro cellulare – con un applicazione chiamata Qrcode. 
Una volta fatta la scansione andremo sul sito del gratta e vinci e apriremo il gioco corrispondente al biglietto acquistato, da qui possiamo giocare a un gioco simile alle solite app solo che in questo caso il gioco è reale in quanto possiamo vincere o perdere dei soldi.  
Conclusioni, credo che ci mancava proprio questa cosa per i giocatori incalliti… questa novità può rendere ancora più frenetica la voglia di gioco e il conseguente sperpero di soldi.  
Lo stato ci dice di giocare con responsabilità, ma ci incita a giocare lo stesso e soprattutto senza limiti

Un pensiero al centro Italia

Questo periodo è davvero brutto per l’Italia, tra terremoto, neve e incidenti non si sa più cosa fare.
Dicono che ci saranno due forti scosse di terremoto nuovamente nel centro Italia ma non si sa quando e come, giustamente le popolazioni sono esasperate, chi non lo sarebbe?
C’è gente che ha perso tutto, altri invece non stanno messi meglio – vedi gli agricoltori con gli animali senza stalle e riparo – il mio pensiero è per loro e per tutte le famiglie rimaste senza casa…
Speriamo che le cose possano cambiare, c’è un detto che dice che dopo la tempesta arriva l’arcobaleno, me lo auguro davvero.

neve
Foto del Il gazzettino di Belluno

Senza parole

Il titolo di questo post dice tutto, non servono parole per descrivere la rabbia per quello che è successo in questi giorni…27 morti, tante famiglie distrutte e un senso di impotenza.
La vita è strana, non sai mai cosa possa accaderti… la Puglia, la mia Puglia copita al cuore. Ora ci saranno indagini per accertare cosa sia accaduto, identificare chi ha sbagliato e punirlo.
C’è sempre bisogno di un colpevole, ma se il colpevole sia la vittima sacrificale di un sistema politico che non ha fatto nulla prima? Serve sempre la “tragedia” per far muovere le cose… e intanto oggi c’è chi piange per delle morti assurde.

 

Treni scontro

Frutta e verdura acquisti on line

C’erano una volta i mercati rionali, in quest’ultimi ci si recava con la lista della spesa per acquistare quello che avremmo mangiato a pranzo e a cena.
Certo, i mercati sono ancora presenti – non sono scomparsi – ma è notizia di oggi che il colosso mondiale delle vendite on line Amazon, propone l’acquisto di frutta e verdura dal web.
Al momento il servizio è disponibile solo nei dintorni di Milano, ma credo che in futuro ci saranno altre città.
Sinceramente preferisco acquistare prodotti fresci dal negozio sotto casa e non da Internet, ma si sa che le cose cambiano e bisogna anche capire chi non ha il tempo per andare al supermercato o in piazza magari perchè è impegnato con il lavoro.
Che ne pensate?

12471723_10201251988379333_1489537891794387554_o

Un lavoretto in Fiera

fiera2Oggi riapre la Fiera del Levante di Bari che dura all’incirca 10 giorni.
Tantissimi anni fa anch’io ho lavorato in fiera, appena diplomato cercavo lavoro un pò ovunque…
Bisognava però fare domanda per candidarsi, nei mesi estivi andando in fiera presso l’amministrazione ti davano un modulo da compilare e consegnare.
Se si era fortunati un pò di giorni prima dell’apertura della manifestazione si riceveva una telefonata che diceva di ritornare in fiera con il libretto di lavoro.
Una volta lì ti davano un foglio con gli orari da fare e il nome del responsabile.
Io facevo la maschera, ovvero chi all’ingresso strappa il biglietto a chi entra.
Sinceramente era un pò pesante stare tutto il giorno in piedi, ma non c’erano alternative.
Eh si, erano altri tempi, con pochi soldi in tasca ma con la giovinezza che ti faceva guardare la vita in modo diverso. 🙂

C’era una volta l’Odeon

Vicino casa ci sono tante attività commerciali, tabaccai, parrucchieri, centri scommesse, fiorai, supermercati ecc. Tanti anni fa in questo quartiere c’erano anche parecchi cinema, uno di questi era il cinema Odeon a due passi da casa.
Ricordo che per un periodo venne chiuso al pubblico per delle ristrutturazioni, una particolarità di questo cinema era il soffitto che aveva un sistema meccanico che apriva il soffitto d’estate.
Era abbastanza grande e frequentato.
Poi ci fu l’arrivo delle multisala e i cinema con un’unica sala arrancavano – Odeon compreso – se uno voleva più scelta poteva trovarla nelle multisala.
Da diversi anni questo cinema come tanti altri di Bari hanno chiuso la saracinesca, un pò la crisi, un pò la pirateria e un pò i multisala hanno portato alla chiusura.
Ho bei ricordi di questo cinema perchè fa parte della mia adolescenza, negli anni 80 ci andavo spesso.
Peccato che sia finita così, adesso lo vedo tristemente chiuso e abbandonato… 😐

Odeon

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: