Indagati?

 

La cosa che fossi ricercato dai miei amici su messenger è risaputo, ma il fatto che fossi addirittura indagato e presente in una lista di altri 150 persone, questa mi giunge nuova…

 

Indagati?

E’ bene chiarire sennò qualcuno potrebbe pensare a male, la settimana scorsa mi è giunta un’email che diceva: "Sei indagato! Cerca di nascondere subito tutto e in fretta!!", il tuo nome è comparso sul sito dei Caff di Roma, controlla tu stesso sei nella lista di gennaio, e il relativo link sul quale cliccare.

Ovviamente il mittente era sconosciuto, siccome sono diffidente – ce l’ho nel Dna – non ho cliccato il link, cestinando la mail, a mio vedere "Truffaldina". 

Ieri con mio grande stupore vedendo il tg delle 20,00 ecco la notizia che i Gat stanno indagando su questo tipo di messaggio, loro però hanno cliccato sul link, sono giunti a un sito "mail-certicata.com", studiato nei minimi particolari e indistinguibile da quello reale. 

La pagina che viene visualizzata sullo schermo di chi si collega al sito – precisa il Gat – è stata realizzata clonando il logo con la bandiera tricolore utilizzato nelle comunicazioni ufficiali della Presidenza del Consiglio. La dicitura Comando Antifrode Caff e la sigla Caff GM (ingannevoli perché potenzialmente confondibili con i Centri di Assistenza Fiscale o addirittura con l’acronimo Gat GdF) sono estranee a qualsiasi realtà della pubblica amministrazione e a organismi delle forze di polizia. 

Se si fa clik sui relativi link possiamo prendere un virus – dal nome "NewHeur_PE" che infetta il nostro computer e danneggerà sicuramente i nostri dati e programmi. Qui sotto riporto il video del tg.

  http://dailymotion.alice.it/swf/x5qhwg&related=1 

     Chi non riesce a vederlo può cliccare qui

Ora scappo al lavoro, buona giornata a tutti

Emilio

, ,

         Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Add to Technorati Favorites    PageRankTop.com   

Iscritto su CercaBlog.com   Number of online users in last 3 minutesweb design company

Se siete qui x la prima volta firmate il Guestbook

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

Annunci

Un mistero lungo 150 anni

 

Oggi 11/02/2008, il popolo cristiano e l’intera umanità ricorda le apparizioni avvenute nel lontano 1858 nella piccola cittadina di Lourdes, ai piedi dei Pirenei. Ecco il mio modo per ricordare tale evento.

Un mistero lungo 150 anni

Era l’11 febbraio 1858 quando, ritornando dai boschi, una ragazzina raccontò quello straordinario incontro avvenuto con una signora colma di luce. Isteria di un’adolescente o apparizione divina? Tutt’oggi il mondo si divide tra chi ci crede e chi non crede nel miracolo. Certo, la notizia creò scompiglio tra gli abitanti di Lourdes e Bernadette tornò più volte alla grotta, seguita da un numero sempre crescente di sostenitori, ma anche di scettici in cerca di conferme. Tra Febbraio e Luglio la giovane riferì di 18 apparizioni. 

La grotta delle apparizioni era il posto più malfamato di Lourdes – una discarica – dove il guardiano faceva pascolare i porci. In quel luogo chiamato “Massabielle”, che tradotto è “Antica roccia”, apparve Maria. La nuda roccia, diverrà nel corso degli anni, un giardino e un santuario dove si compiono le opere di Dio. Così come può capitare a noi, qualunque sia stata la nostra vita. Dio può far di noi meraviglie e renderci persone migliori, come ha fatto con Bernadette.

Sono passati 150 anni da allora, Lourdes, con più di sei milioni di fedeli l’anno, è diventato il luogo di pellegrinaggio Mariano più visitato della Cristianità. Con 230 Hotel, è la seconda località Francese dopo Parigi, in un secolo e mezzo ha accolto, in base a un calcolo approssimativo, oltre 700 milioni di visitatori: un flusso crescente, che inizialmente proveniva sopratutto dalla Francia, poi dall’Europa, ora dal mondo intero.

Ormai a Lourdes si arriva anche in aereo, ma il viaggio tradizionale è in treno. Già ai tempi delle apparizioni la neonata ferrovia, che conduceva alle stazioni termali di gran moda lungo i Pirenei, favorì il successo del santuario. E i “treni bianchi”, attrezzati per i malati, partono da più di un secolo, varie volte l’anno. Perché già nell’Ottocento la chiesa riconobbe le prime guarigioni miracolose – inspiegabili per la scienza – ma la devozione popolare si è sempre affidata con fiducia alla Madonna. Anche se poi, nel corso degli anni le autorità ecclesiastiche si sono rivelate assai prudenti nel gridare al miracolo: L’ufficio medico che dal 1882 vaglia l’attendibilità delle guarigioni prodigiose, fino ad oggi ne ha riconosciute solo 67 su più di 7 mila casi vagliati, una miseria in base ai numeri citati.

Ma la fede di chi va a Lourdes è una fede che non si arrende, le apparizioni Mariane sono un dono che Dio continua a fare all’uomo per ricondurlo alla beatitudine vera. “Beati quelli che pur non avendo visto, crederanno”. Ma perché appare Maria? Perché lei è stata il mezzo attraverso il quale Dio si è fatto uomo ed è apparso all’umanità, quindi spetta a lei la missione di mediatrice tra noi e Dio. Nelle apparizioni la vergine non mette mai in luce se stessa, ma esalta Dio e vuole che l’uomo l’ascolti, si converta e ritorni alla fede obbedendo alla sua parola e alla chiesa. 

Lourdes è un luogo dove il cristiano può praticare la propria fede, dove i piccoli hanno diritto di cittadinanza, dove i malati e i disabili sono privilegiati, dove regna la pace, dove tutti sono colmi di gioia e serenità. Non ci si dimentica più di Lourdes neppure se si resta solo qualche ora. E’ il motivo per cui tanti ci ritornano più volte.

Qui sotto per voi il video messo on line dal sottoscritto sulla storia di quest’evento, è molto interessante

Il miracolo di Lourdes

Chi non riesce a vederlo può cliccarequi

, ,

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: