C’era una volta la cabina telefonica

Un tempo c’erano i gettoni telefonici che si acquistavano al tabaccaio o dalle macchine che le distribuivano, si mettevano i soldi in moneta dalla fessura in alto e dalla parte inferiore uscivano i gettoni richiesti.
La cabina telefonica ha avuto nel corso del tempo vari cambiamenti, prima venne installata il 10 febbraio 1952 a Milano [fonte wikipedia] io ricordo quelle degli anni 70 con in alto una fessura da dove inserire i gettoni, la combinazione numerica a rullo più in basso, un tasto rosso centrale da premere se i gettoni si bloccavano e infine più sotto c’era uno sportellino da dove recuperare gli eventuali gettoni inutilizzati per la chiamata.
C’erano telefoni installati presso gli esercizi pubblici e per strada, quest’ultimi erano chiusi in un box di vetro – tipo box doccia – che proteggeva l’utilizzatore in caso di pioggia o altro. Poi la protezione è scomparsa, al suo posto è stata messa una protezione più piccola che copriva solo la parte in alto e laterale del telefono.
Nel 2001 i gettoni sono andati in pensione per fare spazio a schede telefoniche e monete normali, le cabine avevano cambiato colore (prima grigio poi arancione) non avevano più il rullo da un bel pò, che era stato sostituito da una tastiera a impulsi.
Nel frattempo si facevano strada i cellulari, tanto che nel 2007 il 50% della popolazione mondiale aveva un cellulare, tanto che nel 2009 tre famiglie su dieci avevano eliminato il telefono fisso di casa.
E ora anche le cabine pubbliche si apprestano ad andare in pensione definitivamente, qui sotto casa ce ne sono due, su una di queste c’è un cartello che dice: “Questa cabina sarà rimossa dal giorno 25/08/2011, se credi che possa essere utilie a te e agli altri manda una mail comunicando le tue motivazioni“.

Che tristezza, generazioni hanno utilizzato i telefoni pubblici, un tempo erano tanti e adesso che sono diminuiti saranno rimossi….vabbè è il nuovo che avanza anche se il vecchio mi piace di più!
Vignetta tratta dalla settimana Enigmistica

Buona giornata a tutti
Emilio

Birra da guinness

 

Image Hosted by ImageShack.us

 

La pinta di birra più veloce a testa in giù


Peter G.Dowdeswell (GB) di Earls Barton, Northamptonshire GB, ingollò una pinta (0,47 litri) di birra in 3 secondi in posizione capovolta negli studi della BBC di Leicester, GB, il 16 febbraio 1998.
Detiene anche il record per la più veloce ‘yard of ale’, cioè 1,42 litri di birra chiara, bevuti in 5 secondi il 5 maggio 1975.

 

Dal guinness dei primati 2004

 

Se ti piace questo blog votalo facendo click sul banner sotto 

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazzione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn….

  Creative Commons License

Tutti i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

è vietata la pubblicazione non autorizzata in altri siti.

 

 

L’evoluzione della specie

 

L’evoluzione della specie

 

 

Vi ricordo che il diritto d’autore è tutelato dalla legge, quindi giù le mani da immagini, interventi e quant’altro!!!

Senza l’autorizzazzione dell’autore del blog non potete prelevare nulla, pena la denuncia ai gestori di msn…. 

 Page copy protected against web site content infringement by Copyscape

E’ vietata la pubblicazione dei contenuti di questo blog in altri siti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: